Uno standard per le regioni

Un’idea per gli Organi territoriali, utile per accrescerne l’identità presso le aree di appartenenza, per supportarne il ruolo istituzionale  e per contribuire a uniformare l’uso del marchio federale: previo accordo con gli uffici competenti delle amministrazioni regionali, il progetto contempla l’utilizzo dell’iconografia propria di ogni Regione, al fine di sottolineare il legame con il territorio dei Consigli periferici federali. Obiettivo non secondario è altresì quello di invitare all’uso corretto dell’immagine coordinata della Federazione, che non sempre sembra recepita come dovrebbe.

La presenza di un elemento di per sé fortemente caratterizzante (oltre ovviamente alla distribuzione presso gli uffici territoriali del materiale idoneo) si presta infatti a scoraggiare tentativi estemporanei da parte delle componenti locali di costruirsi un’immagine legata al territorio, o di adattare gli elementi grafici a proprio piacimento, con risultati a dir poco discutibili. Se guardiamo le figure qui in alto, solo la prima a sinistra rispetta correttamente gli standard previsti. La schermata di una ricerca tramite Google chiarisce forse meglio la situazione:

Diversa, seppur con qualche eccezione, l’impressione che si ricava dalla stessa ricerca, ad esempio, in ambito FIDAL.

Siamo convinti che correggere questa tendenza sia la strada maestra per rendersi riconoscibili e qualificati agli occhi degli sportivi, dei cittadini e delle istituzioni. Il prossimo anno dovremo affrontare (e a questo punto non ci resta che augurarcelo) un periodo molto difficile, in un quadro competitivo sicuramente molto agguerrito nel rispondere alla domanda di pratica sportiva, all’interno di uno scenario fortemente destabilizzato. Meno lasciamo al caso, meno sciatteria mostriamo, meglio è. Un intervento così configurato richiede in pratica il solo assenso delle istituzioni regionali, cosa che con un’opportuna presentazione agli uffici competenti non dovrebbe risultare troppo difficile. Una volta ottenuti i file relativi dalle amministrazioni, bisogna semplicemente produrre i documenti vettoriali e bitmap, con una font ragionata (e ragionevole…) per il testo. Il diavolo, come si usa dire, è nei dettagli.

Condividi: