Tra spigoli e retine… ARMANDO STELLA

Mi accorsi
che tra un set e l’altro
invece di dissetarsi con acqua,
preferiva un buon sorso
di vino rosso.





Qual è il tuo successo sportivo nel tennistavolo
che ricordi più volentieri?

Sicuramente la vittoria con Claudio Maugliani nel campionato di C2 stagione 2011/2012, prima giornata di campionato.
Claudio era in vantaggio 2 set a 0 e 9-3 al terzo.
Non so come sia successo ma sono riuscito a vincere 14-12 al quinto set.

E la tua sconfitta più amara?
Normalmente a questa domanda si risponde indicando un avversario molto debole, nel mio caso invece la sconfitta più amara è stata nella stagione passata ad un torneo regionale con Ugo Di Francesco (giocatore ben più forte).
La sconfitta è maturata in una partita tiratissima al 5° set con un numero incredibile di net da parte sua circa 25 (chiedere conferma a Corini arbitro dell’incontro ed allo stesso Ugo), partita in cui se il mio avversario non fosse stato lui, con cui ho un ottimo rapporto, sarebbe degenerata.

Il tuo gesto scaramantico nel tennistavolo prima, durante o dopo una partita?
Prima della partita faccio nuovamente il nodo ai lacci delle scarpe.

Telaio e gomme?
Telaio Sunflex Martinez all –
Diritto Barracuda da 1.8
Rovescio Tackness Chop2 da 1.7

Set a 11 o a 21?

Ho giocato solo con i set a 11.

Da quale stagione giochi nell’APD Castello?

Dal 2002 credo.

La tua migliore posizione in classifica raggiunta e in che anno.
994 prima dell’incorporazione delle classifiche regionali in quelle nazionali.
1609 con le attuali regole.

Se il tennistavolo fosse un brano musicale, quale sarebbe?
Non so, non ci ho mai pensato.

Hai un soprannome nell’ambito del tennistavolo? Come è nato?
Che io sappia no.

Aspettative e speranze per la prossima stagione?

Negli ultimi anni ho sempre migliorato classifica e % di vittorie in C2. Vorrei proseguire in questa direzione.

Infine?
Era uno dei primi tornei a cui partecipavo.
Mi trovai di fronte il mio ben più forte avversario e mi accorsi che tra un set e l’altro invece di dissetarsi con acqua o affini, preferiva un buon sorso di vino rosso.

Condividi su Facebook


Tweet

Condividi: