Thailandia, Bangkok, 1956

Riceviamo da Flavio Maracchia questa foto ripresa dalla mostra fotografica di Arturo Zavattini, al museo etnografico Pigorini all’EUR.

 

La mostra, inaugurata a dicembre, è stata prolungata fino al 29 maggio 2016.
Questo il LINK per maggiori informazioni.

Arturo Zavattini, figlio di Cesare, è nato a Luzzara nel 1930. Scopre la fotografia nel 1949, quando il padre gli regala la prima macchina fotografica: risalgono all’epoca le prime esperienze in camera oscura. 

Arturo Zavattini è noto, oltre che come operatore cinematografico e direttore della fotografia di molti film importanti, non solo italiani, come fotografo in ambito etnografico. La sua cultura fotografica è maturata a stretto contatto con il Neorealismo italiano e con il realismo americano (ebbe modo di conoscere Paul Strand nel corso della realizzazione del celebre volume fotografico Un Paese). Arturo Zavattini ha saputo legare aspetti della cinematografia e della fotografia, con curiosità, arguzia, spirito critico.

La mostra presenta 178 fotografie in bianco e nero di Arturo Zavattini riguardanti un arco temporale che va dal 1950 al 1960 e in libreria è disponibile anche il bel catalogo edito da Contrasto.

Condividi: