Prime vittorie per B1 e C1 Castello

Non mi ritengo un fotografo. Mi ritengo una persona che usa una macchina fotografica per creare immagini che vede nella propria testa”. Infatti ogni sua foto non è una foto: è uno spazio tra una foto e l’altra, è l’istante immediatamente prima o subito dopo di una foto, è una visione inaspettata e un racconto di cosa sarebbe successo se un fotografo avesse fatto una foto.


Questo è Steve Hiett: fotografo, art director editoriale, filmaker, pittore, grafico, e, guarda un po’, musicista. Inglese del 1940, inizia studiando pittura al Royal College of Art a Londra. Ne esce come chitarrista e frontman di band psyco-pop con cui gira il paese, e con un’immensa passione per tutto ciò che è arte visiva. Pubblica sullo storico “Nova“, dove scrivono Graham Greene, Lynda Lee-Potter, Christopher Booker, Susan Sontag, Irma Kurtz. Documenta e produce scatti taglienti, scintillanti come lame, gravidi di saturazione, di gambe infinite, di ombre totali, di incarnati lucenti e, soprattutto, sorprendenti: Hiett ha sempre la capacità di mettere qualcosa dove non te lo aspettavi.

Punta su Parigi, dove collabora, oltre all’immancabile “per Lei” disegnato da Neville Brody, con l’edizione francese di Marie Claire: quella di Sacha, Sarah Moon e Christian Moser, un regalo per gli occhi ogni benedetto mese. Suona, fotografa, fa l’art director e il photoeditor per le riviste. Va a vivere a New York e disegna riviste di moda, nel 94 impagina il mitico “Model Manual” di Arthur Elgort e se ne torna a fare il fotografo e il musicista a Parigi.
Inizia a scattare per Vogue Italia, gira spot pubblicitari, collabora con il Vogue inglese, Glamour, Spoon, presiede festival. Le sue immagini diventano più dettagliate, perfette, spesso notturne, senza nulla togliere alla loro caratteristica tensione, che lui spiega così: “Tensione? Sarà inconscia: io non cerco tensione, cerco il giusto feeling”.

A 75 anni lavora ancora come fotografo di moda e vive a Parigi con la sua Fender.

  B1 – GIRONE C  
Castello Di Cesare – Libertas Sassari 5-4
Quando Mateiu mette a segno il punto del 19-17 nel quinto set con Di Silvio, all’esultanza dei giocatori Sassari per il raggiunto pareggio sul 3-3, si contrappone l’aria di smarrimento nella panchina Castello, che vede complicarsi un inizio di giornata molto promettente.
Infatti in apertura Esposito su Ticca e Bozza su Mateiu avevano portato Castello sul 2-0.
Distanza inalterata dopo il 3-1 di Contu su Di Silvio e quello di Bozza su Ticca.
Poi tre punti consecutivi Sassari portano la squadra sarda sul 4-3 e Castello ad una passo da una sconfitta che potrebbe marcare in modo irrimediabile l’intero campionato.
Di Silvio su Ticca porta l’incontro alla nona e decisiva partita, che vede protagonisti Esposito e Mateiu.
Il Furioso si aggiudica il match 3-1 e porta in casa Castello i punti in classifica assolutamente necessari per sperare nella permanenza in B1.
Vittoria costruita con 2 punti per Esposito e Bozza, 1 punto per Di Silvio.

  B2 – GIRONE F  
KingPong Mitici – Top Spin Frosinone 2-5
Ancora problemi di formazione per i Mitici KingPong, che devono fare a meno di Ferranti.

Peccato, perchè anche Frosinone segna l’assenza importante di Carraro: poteva essere una buona occasione.
Invece in apertura Riggi supera Del Bravo, Costantini ha la meglio su Costanzi e insieme alla scontata vittoria di D’Alessandris su Andrea Pizzi si matura il vantaggio decisivo.
Del Bravo su D’Alessandris e Costanzi su Riggi provano a riaprire l’incontro, ma i due successivi punti sono del Frosinone; Costantini su Pizzi e D’Alessandris su Costanzi.

  C1 – GIRONE N 
Castello Comitec – Zeus 5-0
Cinque vittorie secondo pronostico muovono finalmente la classifica della C1 Castello.
Di rilievo Caldarini, che mantiene il suo 100% maturato in C2 anche nella serie superiore.

Due punti anche per Sabatini e il quinto di Angiolella, che regola Montalbano al quinto set.

  C1 – GIRONE N 
KingPong Di Cesare – Cancello Alghero 5-3
Nella giornata decisivo è stato il successo di Bianchi nella terza partita, quando ha inflitto a Fois la prima sconfitta in campionato, interrompendo una serie positiva di 10 vittorie.
Così la squadra sarda non ha potuto contare sui 3 punti di Fois, le fondamenta per portare a casa la vittoria.
In apertura un Chessa dal gomito dolorante si fa superare al quinto set da Muzzu, che rimonta da 0-2.
Gli altri incontri seguono il pronostico e la giornata si chiude con 3 punti di Bianchi e 2 di De Nigris.
Sconfitte per Chessa ad opera di Muzzu e Fois.
KingPong riprende il cammino di vittorie dopo la sconfitta inaspettata con Eureka nella quarta giornata, mentre giunge la notizia del 5-0 Norbello su Eureka.
Dunque la corsa per la promozione non riguarda solo Roma 12 e KingPong: Norbello non farà solo da spettatore.

  C2 – GIRONE A  
Castello Parker- Futura Ciampino 3-3
Nella giornata in cui Caldarini viene premiato per il suo  6 su 6 in campionato e l’ascensore lo porta al piano superiore in C1, Marcolini sfodera una prestazione da incorniciare, con i due punti decisivi, superando Di Francesco e Lo Presti.
Sensibile il make-up al suo rendimento in campionato, che finora aveva registrato solo 1 su 5.

Di Incelli in apertura il terzo punto su Lo Presti.
Marzulli non porta quel contributo che sarebbe stato necessario per la vittoria, cedendo prima a Pistoni, poi a Di Francesco nella sesta partita, valida per il pareggio Futura o la vittoria Castello.
11-8 il primo set per Marzulli, poi il 12-14 decisivo nel secondo set, che spiana la strada a Di Francesco per l’1-3 finale.
Castello porta a casa un pareggio positivo, con la squadra pretendente alla promozione insieme al Canottieri Aniene, che nel frattempo porta a casa la quinta vittoria consecutiva e saluta allegramente la compagnia.

  C2 – GIRONE B  
KingPong  / riposo
Per KingPong matura il turno di riposo, ed è raggiunta dal Velletri in testa alla classifica.
Nella prossima giornata scontro al vertice proprio con la squadra dei castelli.

   D1 – GIRONE B   
Dragoni Neri – KingPong Technip 1-5
Prova convincente e matura dei Caldarola’s Boys, che in trasferta a Dragoncello si portano avanti 5-0, con ben tre vittorie al quinto set.
Due punti di Rossetti e Mascoli, uno di Caldarola, che cede a  Barbati nell’ultimo incrocio, a vittoria ormai acquisita.

  D2 – GIRONE C  

Roma TT 3 – KingPong 3-3
L’incontro è stato anticipato al 14 novembre ed è terminato in parità, con due punti di Ercolani e uno di Vezza.

  D2 – GIRONE D  
TTM Giallo – Castello Argento 1-5
Prestazione convincente della Castello Argento, che vince le prime cinque partite con doppiette di Lai e Coltellacci e una di Pacifici. Sul 5-0, punto della bandiera TTM di Del Moro,che supera Pacifici 3-1.
Dopo le due sconfitte di inizio campionato, due vittorie e un pareggio per la Castello, che si porta a 5 punti, in una tranquilla posizione di classfica.

  D3 – GIRONE D  
KingPong Atac – Isola Jolly 2-4
Varchi fa il punto di apertura su Augugliaro, Gennaretti quello di chiusura su Amedeo, ma nel mezzo ci sono le quatttro vittorie Isola che portano la squadra dell’Armellini da 0-1 a 4-1.

  D3 – GIRONE E  
KingPong Teen – Isola Tre 6-0
L’implacabile terzetto composto da Esposito e dai Cefalo termina la giornata con un altro 6-0 ed un solo set perso. A farne le spese l’Isola Tre di Boraschi, Boiani, Adducci, all’esordio in campionato.
Fughetta?

Condividi: