MARLUK e le serie regionali: C1 – D1 – D2


L’algoritmo di MARLUK esamina i gironi di tre squadre Castello delle serie regionali.


Ricordiamo come è costruito l’algoritmo MARLUK: si prende per ogni squadra del girone il punteggio in classifica di ogni giocatore e si moltiplica per le partite che ha disputato.
Si sommano poi tutti i prodotti ottenuti e si divide tale somma per il numero complessivo di partite disputate dalla squadra.
Il quozionte rappresenta l’algoritmo MARLUK, una sorta di “punteggio medio” che la squadra riesce a mettere in campo in ogni partita.
Si stila poi la classifica di questi punteggi medi e si confronta con la classifica finale effettivamente maturata in campionato.
Si sviluppano poi le opportune valutazioni.

I punteggio in classifica delle giocatrici scese in campo è stato moltiplicato per 0,7.
Per semplificare i calcoli, è stata presa solo la classifica al 31 marzo, ma per esperienza, anche considerando la classifica media nel corso dell’anno, l’esito non cambia.

C2 – GIRONE B – INDACO  
In questo girone confermate cinque posizioni su sette.
Roma TT ha fatto molto meglio del previsto, salendo di 3 posizioni. Di contro stagione deludente per l’Isola che presenta un deficit di 3 posizioni.

D1 – GIRONE B – APD CASTELLO 
Confermate sei posizioni su otto, con l’importante eccezione di Isola Cuori e Aniene, per il primato del girone. Peraltro le due formazioni presentavano valori vicini.
Castello, retrocesso, obiettivamente non poteva fare molto di più.

D2 – GIRONE B – CASTELLO KING  
Confermate sei posizioni. Trionfale migliora di 1, a scapito di Castello King, anche se va ricordato che le due formazioni hanno terminato a pari punti in classifica.

Ricordiamo comunque che si tratta di un modello interpretativo personale, non scientifico e che non rappresenta in alcun modo la posizione ufficiale dell’APD Castello.
Costituisce poco più di un gioco che può suggerire qualche riflessione basata sui numeri e risultare utile nella costruzione delle squadre per la prossima stagione.

Marluk

Condividi su Facebook

 

Tweet

Condividi: