L’ estate finiva più Nature vent’anni fa o giù di lì

Dal 26 aprile al 1 maggio si sono svolti a Terni i campionati italiani giovanili. Valerio Marzulli analizza le prestazioni dei giocatori del Lazio nell’appuntamento di categoria più importante della stagione.

Poche le note liete per la nostra regione.
Dei 17 giocatori che hanno preso parte alle gare di singolo solo Giovannetti (Monterotondo) e Paniccia (Frosinone) nei giovanissimi oltre a Pizzi (Castello) e Brinchi (Trionfale) negli junior sono riusciti a superare il girone da 5.
Grave l’assenza della componente femminile: l’unica ragazza del Lazio è infatti Jamila Laurenti, che da quest’anno è però tesserata con il Terni.
Nei doppi e nelle squadre maschili delle varie categorie tutti si fermano al primo o al secondo turno, tranne i ragazzi del Latina (Messere Ares) che arrivano nelle prime 8 squadre.
Nella categoria juniores Pizzi e Brinchi escono ai sedicesimi.

Le buone notizie per la nostra regione arrivano dalla categoria giovanissimi
Tommaso Giovanetti, testa di serie 3 del singolo giovanissimi, dopo i quarti di finale dello scorso anno riesce nella grande impresa di arrivare in finale, superando il numero 2 Puppo in semi e perdendo solo dal numero 1 Sulis di Biella.
Il risultato, già ottimo ad una prima lettura, appare ancora migliore se consideriamo che Tommaso è il primo ragazzo del Lazio a disputare una finalissima agli italiani giovanili dopo Luca Maggi, campione italiano ragazzi nel 1994.
In questi 20 anni nel singolo maschile il Lazio è riuscito a portare sul podio solo Ugo Vitelli nella categoria allievi nel 1996; Fabio Di Silvio nei giovanissimi 1997 e Alessandro Pizzi due volte: nei ragazzi 2011 e allievi 2013.

Il podio ragazzi di Pizzi nel 2011
2013: il podio allievi di Pizzi

Oltre al secondo posto del singolo, Giovanetti porta a casa un altro bronzo in coppia con Giorgio Paniccia nel doppio maschile e si ferma ai quarti di finale nella gara a squadre insieme a Felici.

Il podio di Giovannetti e Paniccia nel doppio

Queste due medaglie di atleti nati nel 2003 fanno ben sperare per il futuro.
Da notare che entrambi gli  atleti sono allenati, in società diverse, da Eliseo Litterio, che in fatto di formazione di nuovi campioni ha pochi rivali e lavora nella nostra regione a Frosinone da 3 anni e da questa stagione anche a Monterotondo.

Per Giovannetti queste medaglie seguono quella nel doppio misto conquistata lo scorso anno insieme a Jamila Laurenti.

Il podio del 2013 con Jamila Laurenti

Tommaso chiude la sua esperienza nella categoria giovanissimi da giocatore al top, avendo conquistato in due anni 4 tornei nazionali  e 2 bronzi in tornei unici a Terni.
Ho visto in diretta streaming sia la semifinale sia la finale del singolo e sono rimasto piacevolmente colpito dal suo gioco (soprattutto nella semi).


Con Tommaso ho recentemente partecipato a uno stage a Oriolo
e ho potuto apprezzare personalmente la buona continuità e potenza nei colpi, oltre che alla mobilità.
Da migliorare una certa tendenza ad allontanarsi dal tavolo.

Solari e Turi nel 2011

Valerio Marzulli

 


Tweet

Condividi: