I video di Castello – Eureka in B1

Dopo la sconfitta iniziale con San Marino, per la Castello tre successi in B1: due e in trasferta a Colleferro e Pisa e uno in casa con Siena.
L’avversario è l’Eureka Roma che fin qui ha ottenuto due vittorie 5-4 con Latina e Siena e perso con le due favorite Senigallia e San Marino.

EUREKA ROMA presenta:
PASQUALE VELLUCCI

    
Punti: 10583

     Posizione nella classifica nazionale: 75
     In B1 45% (5 vittorie su 11 partite)

ANTONIO MORGANTE
    
Punti: 9732

     Posizione nella classifica nazionale: 130
     In B1 50% (5/10)

CRISTIAN MATEIU
    
Punti: 9513

     Posizione nella classifica stranieri: 34 equiparabile alla 150

     In B1 22% (2/9)


I quattro della CASTELLO DI CESARE:
MAREK KRYMSKI
    
Punti: 11012

     Posizione nella classifica stranieri: 17 equiparabile alla 59

     In B1 87% (7/8)
 

ROSARIO TROILO
    
Punti: 9815
     Posizione nella classifica nazionale
: 122    
     In B1 50% (3/6)

DANIELE BIANCHI

    
Punti: 9363
     Posizione nella classifica nazionale
: 170
     In B1 100% (2/2)

ALESSANDRO PIZZI
    
Punti: 8681
     Posizione nella classifica nazionale
: 260
     In B1 43% (3/7)

Si inizia con Pizzi (260) e Morgante (130).
Primo set nettamente a favore di Morgante 11-5.
Notevole il suo dritto incrociato per il 9-3.

Nel secondo, Pizzi è più aggressivo e cerca colpi più potenti: ad un ritmo basso, la padronanza tecnica di Morgante avrebbe la meglio.
Dopo il pari 3, Pizzi si porta avanti 6-3 con due combinazioni di rilievo. Flip e due attacchi potenti di dritto per il 4-3 e block lungolinea sul rovescio per il 6-3.
Morgante mette a segno un parziale di 6 a 1.
Da vedere lo scambio per il suo vantaggio 9-7.
A questo punto la serie di 4 è per Pizzi, che si aggiudica il set 11-9.

Il set appena concluso ci fa capire che per avere la meglio in questo incontro Pizzi deve giocare al top confidando al tempo stesso in qualche passaggio a vuoto di Morgante, il quale evidentemente non ha digerito la conclusione del set precedente e parte molto determinato nel terzo set.
6-0, poi 10-0 prima della conclusione 11-2 a suo favore.

Nel quarto set Morgante continua a dare pressione e sull’1-4 la panchina Castello chiama Time Out, senza ottenere il cambiamento sperato, perché la conclusione è 11-4 Morgante.
CASTELLO DI CESARE 0    EUREKA ROMA 1  


Krymski
(59 equivalente) – Mateiu (150 equivalente).
Sulla carta un impegno agevole, sia per la differenza in classifica, sia per il rendimento in B1, con il rumeno che ha vinto solo due incontri.
L’inizio 3-0 sembra confermare e rassicurare, ma poco dopo è pareggio 3-3, e si va avanti punto a punto, con Krymski che prende un piccolo vantaggio, subito colmato dall’avversario.
Si arriva comunque al set point Marek, che Mateiu annulla con un beffardo spizzo sul servizio.

Una bordata piatta di rovescio da centro tavolo, specialità rumena della casa, porta al set point Eureka 11-12.
Occorre uno scambio da circoletto rosso O Marek per annullarlo: 12-12.
Ancora set poit Mateiu 12-13 su un rovescio fuori misura Marek.
Terzo set poit Mateiu 13-14, ma è l’ultimo scambio messo a segno nel set, che Krymski si aggiudica 16-14 su un errore finale al servizio ad opera dell’avversario.
Questo set ha posto Mateiu in una luce diversa rispetto alle previsioni e sarà proprio lui l’Hombre del Partido in questa giornata.
Gioca a ritmi pittosto bassi e non si piega molto, ma offre improvvise accelerazioni, soprattutto di rovescio, che gioca molto piatto e potente, spesso da centro tavolo.

Krymski vince nettamente gli altri due set 11-5 e riporta in pareggio la Castello.
Da rivedere lo scambio del 10-5 nel secondo set, con tocco di palla di grande sensibilità da parte di Mateiu.

  CASTELLO DI CESARE 1  – EUREKA ROMA 1

Troilo (122) – Vellucci (75) completano il primo giro.
Nel primo set Troilo riesce a comandare nel punteggio e dopo il pari a 4, ottiene un break fino a 8-5 che mantiene fino all’11-8 conclusivo.

Anche nel secondo set si arriva al 4 pari, ma è Vellucci ad operere un allungo fino a 4-7.

Troilo mette a segno una serie di 5 punti e si porta avanti 9-7; poi pareggio a 9 e splendida conclusione di dritto anomalo incrociato per il set poit Vellucci 9-10.
Troilo annulla, poi ancora set point Eureka 10-11.
Ora il set point è Castello 12-11. Vellucci sbaglia il servizio, perde il set e scaglia la racchetta con violenza verso le transenne, beccandosi il cartellino giallo dall’arbitro Daniele Vilona.
Vellucci ha 23 anni e possiede un gioco d’attacco molto potente e veloce e in questi due set si è trovato a disagio con i fraseggi tecnici e i cambi di ritmo proposti da Troilo.
In alcuni errori ripetuti di rovescio da centro tavolo e nella non completa padronanza in alcuni suoi comportamenti (lancio della racchetta e altri) abbiamo rilevato i punti critici di un giocatore che ha messo in mostra grandi qualità, gioco spettacolare, potente e moderno.

Difficilmente abbiamo visto Troilo subire delle rimonte da 2-0, per cui la conclusione della partita sembra favorevole, ma oggi è una giornata in cui nulla è come sembra.
Vellucci gioca un terzo set da incorniciare, tutto all’attacco e Troilo è costretto a subire, fino alla conclusione 3-11 a favore del più giovane avversario, che riapre la partita.

Nel quarto set Vellucci continua a martellare e si arriva a 0-6 Eureka.
Troilo recupera fino a 4-6 anche grazie a qualche aiuto della sorte e Colantoni chiama Time Out. Si arriva 5-8 su uno dei rari errori al servizio di Troilo.
Guardatevi lo scambio di Fanta-tennistavolo del 6-9 con circoletto rosso O Vellucci e applausi ad entrambi.
Vellucci si aggiudica il set 8-11 e si arriva al quinto set di una partita che potrebbe costituire lo snodo dell’intera giornata.

Nel set decisivo Vellucci si porta avanti 3-5, poi Troilo mette a segno sei punti consecutivi per il 9-5 e sembra fatta.
Applaude anche Troilo ai due circoletti rossi OO che portano Vellucci sul 7-9.
Ancora un punto Vellucci e la panchina Castello chiama il Time Out.
Pareggio Vellucci e Troilo discute con Colantoni della panchina Eureka e con l’arbitro per qualche motivo che non riusciamo a decifrare. Vellucci cerca di rimanere concentrato.
Troilo non sfrutta il primo match point sul 10-9 e nemmeno il secondo sull’11-10 che Vellucci gli offre grazie ad un errore al servizio.
Terzo match point annullato, poi una prepotente serie di attacchi e Vellucci matura il match point sul 13-12, per chiudere subito dopo a 14.
Quinto set altalenante nei contenuti tecnici ma molto intenso da un punto di vista emotivo.
Bravo Vellucci ad uscire con qualità e merito da una situazione molto difficile sullo 0-2, e contro un avversario di grande bravura ed esperienza quale è Troilo.
CASTELLO DI CESARE 1    EUREKA ROMA 2  

Krymski (59) – Morgante (130)
Quattro set terminati ai vantaggi assegnano il punto a Morgante.
Nel primo e nel quarto è il giocatore Eureka a condurre nel punteggio, nel secondo è spesso avanti Krymsky, mentre nel terzo si viaggia punto a punto.

In tutti i casi si arriva sul 10 a 10.
Il secondo set va a Marek, gli altri a Morgante che si aggiudica la partita.
Nel taccuino ho annotato tre scambi interessanti nel secondo set, tutti a favore di Morgante per lo 0-1, per il 2-4 e il 7-8.
CASTELLO DI CESARE 1    EUREKA ROMA 3   

Bianchi (170) – Vellucci (75)
Due volte Bianchi in vantaggio e in entrambi i casi Vellucci riesce a pareggiare.
Quinto set nettamente a favore di Bianchi che chiude 11-5 permettendosi il lusso di un ace sul primo match point, servendo lungo sul dritto dell’avversario.
Vellucci mette in campo il suo gioco d’attacco veloce e potente, ma purtroppo per lui sono proprio queste qualità a farlo trovare spesso in ritardo sulle ribattute e sui colpi anticipati di Danny White.
  CASTELLO DI CESARE 2  – EUREKA ROMA 3

Troilo (122) – Mateiu (150)
Un esito inaspettato per questa partita che porta Eureka ad un passo dal successo.
Nel primo set Mateiu si porta avanti 2-7, subisce il ritorno di Troilo che recupera fino a 7-8 ma cede il set 8-11.
Anche il secondo set va al rumeno 7-11.
Nel terzo Troilo gioca in maniere più continua e si conquista due set point sul 10-8.
Mateiu annulla e si va avanti punto a punto, con altri due set point Troilo e due match point Mateiu, che sfrutta il secondo per la conclusione 13-15.

CASTELLO DI CESARE 2    EUREKA ROMA 4 

Krymski (59) – Vellucci (75)
Bella partita caratterizzata da molti scambi spettacolari.
Primo set a Krymski, che sul 7-7 mette a segno quattro punti di fila per la conclusione 11-7.
Secondo set ancora per la Castello concluso ai vantaggi con l’ultima parte del set da non perdere.
Nel terzo set Krymski si porta avanti 5-2 e la panchina Eureka chiama Time Out.
Bellissimo controtop per il 6-4 Marek e conclusione 11-6 che mantiene ancora in gioco la Castello.
  CASTELLO DI CESARE 3  – EUREKA ROMA 4

Troilo (122) – Morgante (130)
Da non perdere i cinque set di questa sfida, tra due giocatori tanto tecnici quanto esperti.
Morgante si porta avanti due set, con le conclusioni 7-11 e 9-11.
Per Troilo sarebbe la terza sconfitta nel pomeriggio che tra l’altro sancirebbe la vittoria Eureka.
Nel terzo set Troilo gioca con maggiore determinazione, facendo “sentire” la sua presenza e riapre la partita chiudendo 11-6.
Rosario continua nel quarto set, in cui annoto lo scambio del 6-2 e quello del 10-5, che prelude la chiusura 11-5 e l’approdo al quinto set.
Nel set decisivo Morgante cambia campo avanti 3-5, anche grazie ad un errore al servizio di Troilo, che comunque recupera fino al 7-7 e con un parziale di 4-1 completa la rimonta personale e di squadra.
Circoletto rosso O Troilo per il 4-5 e ancora scambio notevole per il 6 pari.
  CASTELLO DI CESARE 4  – EUREKA ROMA 4 

Bianchi (170) – Mateiu (150)
Completata la rimonta, l’inerzia del match sembra a favore della Castello, anche perché abbiamo da poco assistito alla convincente prova di Bianchi con Vellucci, di certo più accreditato rispetto al rumeno dell’Eureka.
Invece Mateiu, che gioca a ritmi più bassi rispetto al compagno di squadra, non sembra soffrire troppo il gioco di Bianchi.
Il primo set va a Mateiu, che si porta avanti 6-10, subisce il parziale recupero di Bianchi e si aggiudica un importante primo set 9-11.
Bianchi pareggia il conto ai vantaggi nel secondo set, ma è tutto molto difficile per il giocatore della Castello, che si trova spesso ad inseguire nel punteggio.
Nel terzo set recupera da 7-10 ma è costretto a subire la conclusione 11-13.
Nel quarto set si cambia campo sul 2-5, con Mateiu avanti.
Bianchi recupera sul 5 pari, poi nuovo allungo Eureka per il 6-8 e il 7-10 che significa tre match point.
Uno scambio a testa e chiusura 8-11 che conclude la giornata dopo quasi cinque ore di gioco.
CASTELLO DI CESARE 2    EUREKA ROMA 5 

Mateiu 2 vinte / 1 persa
Morgante 2 / 1
Vellucci 1 / 2

Krymski 2 / 1
Bianchi 1 / 1
Troilo 1 / 2
Pizzi 0 / 1

Di seguito le riprese video effettuate durante l’incontro e inserite anche su You Tube.

PIZZI – MORGANTE 1-3 (5-11  11-9  2-11  4-11)
PRIMO SET
SECONDO SET
TERZO SET
QUARTO SET

KRYMSKI – MATEIU 3-0 (16-14  11-5  11-5)
PRIMO SET
SECONDO SET
TERZO SET


TROILO – VELLUCCI 2-3 (11-8   13-11  3-11  8-11  12-14)

KRYMSKI – MORGANTE 1-3 (11-13  13-11  10-12  11-13)
PRIMO SET (video non disponibile)
SECONDO SET
TERZO SET
QUARTO SET

BIANCHI – VELLUCCI 3-2 (13-11  7-11  11-5  9-11  11-5)


TROILO – MATEIU 0-3 (8-11  7-11  13-15)
PRIMO SET
SECONDO SET
TERZO SET

KRYMSKI – VELLUCCI 3-0 (11-7  12-10  11-6)



TROILO – MORGANTE 3-2 (7-11  9-11  11-6  11-5  11-8)
PRIMO SET
SECONDO SET
TERZO SET
QUARTO SET
QUINTO SET


BIANCHI – MATEIU 1-3 (9-11  13-11  11-13  8-11)

Condividi su Facebook

Tweet

Condividi: