I risultati della penultima giornata


In B1 prestigioso successo
di squadra con Senigallia.

In C1 una vittoria di carattere
e una sconfitta amara.

In C2 la prima vittoria di Placidi
mantiene viva la speranza.

La D2 si impone nettamente
con Franchi, Pacifici e Varchi.




 B1 – GIRONE C – DI CESARE 
Senigallia non si presenta con la formazione al completo:
dei migliori, in campo solo Prosperini (44).
A riposo Appolloni Niccolò (97) e Giraldi (189), sostituiti da Appolloni padre (191) e Pierpaoli (727).
Bella vittoria Castello alla nona partita, in rimonta da 3-4 Senigallia.
Prosperini fa 3 su Bozza, Krymski e Pizzi.
Il quarto punto di Appolloni su Pizzi, al quinto set, dopo che Ale ha rimontato due set.
Importante successo di squadra, che ribalta l’1-5 dell’andata, con 2 punti Bozza e 1 ciascuno di Krymski, Pizzi e Bianchi.
Terzo posto in classifica, dietro l’imbattibile Juvenes e l’altra romana Eureka.

 C1 – GIRONE L – COMITEC  
Altra vittoria 5-4 nella giornata, con il Trionfale, che all’andata aveva vinto nettamente 5-1, con l’unico punto di Nobile su Turi, ma in questi mesi tante cose sono cambiate nella squadra del presidente Stocco.
Maratona di 39 set e 720 punti, 360 pari, ma i due punti più importanti, quelli in classifica, vanno alla Castello.
Dopo la settima partita 4-3 Trionfale, grazie a 2 Montaperto e 2 Brinchi.
Di Nobile, Costanzi e Chessa i punti Castello.
L’ottava partita vale match point Trionfale, mentre Castello gioca per prolungare la giornata.
Costanzi soffre molto con Marchisio, che riesce a distanziare solo al quinto set, che fa suo 11-2 e offre così a Chessa la possibilità di contendere a Montaperto la nona e decisiva partita.
Montaperto sembre mettere sul tavolo tutta la differenza di rendimento in questa stagione e si aggiudica il primo set 11-7.
Poi Chessa mostra all’avversario uno strepitoso tris, anche se combattuto nel punteggio: 12-10, 11-8, 11-9 che significano vittoria Castello, in rimonta da 3-4.
Siamo lieti che sia stato proprio Salvatore a compiere l’ultimo decisivo passo, per giunta contro pronostico.
Per Chessa 4 successi su 13 all’andata; 5 su 10 al ritorno a sancire il suo miglioramento anche nel rendimento in gara.
Con questa vittoria per Castello una tranquilla posizione di centro classifica e salvezza sicura.

 C1 – GIRONE O – PARKER  
Quando si perde una finale rimane un senso di vuoto.
Il successo a portata di mano che sfugge, in un attimo o poco per volta; gli avversari che l’afferrano saldamente; la ricerca individuale di “perché?” che rischia di indagare nella direzione sbagliata.
Trascorso un po’ di tempo, non molto, bisogna però apprezzare che siamo stati in campo per giocarla, quella finale, e altre squadre avrebbero voluto essere al nostro posto, senza riuscirci.
Non bisogna dimenticare che nella passata stagione questa C1, senza Esposito, era arrivata a 12 punti dalla capolista Marcozzi e a 6 dall’Isola.
La squadra e la società devono perciò ringraziare Bruno Esposito, che si è sacrificato a disputare un campionato di livello inferiore al suo valore e alla sua classifica, la migliore tra tutti i giocatori del girone.
Una dote di punti che lo “obbligava” a vincere tutte le partite per ottenere “vittorie attese”, quasi fossero sinonimo di “vittorie scontate”.
Ma sappiamo che nello sport, e nella vita, non funziona così.
E’ stato fallito il match-point, ma se la squadra ha potuto giocarlo il merito principale va assegnato a Bruno, e non solo per le sue 23 vittorie su 24 incontri, prima di questa giornata, ma anche per la sua disponibilità durante gli allenamenti a condividere con i compagni di squadra, senza mai risparmiarsi, la sua esperienza e le sue conoscenze.

Ma manca ancora una giornata, in casa del Guspini, prima che si accendano le luci in sala e il plot potrebbe riservare ancora qualche sorpresa.

 C2 – GIRONE B – INDACO  
Arriva la buona notizia dalla C2, più sperata che attesa.
Con il Trionfale Chavez fa 2 punti, non senza difficoltà su Placidi (18-16 al quarto) e Marcolini (11-9 al quinto), ma 2 Fatello, Stella e Placidi regolano Stocco, Zampino e Cirincione, afferrano la maniglia dell’ultimo vagone del treno in partenza e la prossima settimana cercheranno di salire a bordo del treno-salvezza.
(Metafora fin troppo forzata e prolungata, ma giustificata dall’importanza della vittoria).

 D1 – GIRONE B – ARGENTO  
Castello Argento sconfitta 4-2 con l’Isola Placidi, che ad inizio giornata si porta avanti 2-0 grazie a Zavattaro su Bernardo e Bultmeier su Maracchia.
Fonti su Condorelli e Maracchia su Zavattaro riportano la situazione in parità e ognuna delle ultime due partite in programma vale un punto in classifica.
Condorelli supera Falsini e Bultmeier vince al quinto set su Fonti, in rimonta da 1-2.
Per i Fantastici 4, tranquilla posizione di centro classifica e salvezza raggiunta da diverse giornate.

 D2 – GIRONE B – KING 
Ancora sconfitta netta per i baby della Castello.
Contro Roma 12, Edoardo Caldarola non riesce a chiudere il conto con Ciarlito, che ha rimontato da 0-2.
Conclusione al quinto set anche per Milo Rossetti superato dall’esperto Napoleone padre.

 D2 – GIRONE C – VERDE  
Vittoria piena con la Dynamo Rossa, con successo doppio per Franchi, Pacifici e Varchi.
I due punti della certezza in chiave salvezza.

 D3 – GIRONE D – PLATINO E  KING PONG  
Per la Castello Platino sul 5-0 Dragoni, De Cunzo dà un dispacere al subentrato Franco Sasso per il 5-1 finale a favore della squadra prima in classfica.

Condividi su Facebook
 

Tweet

Condividi: