Campionati Italiani Quarta

10 giocatori Castello ai Campionati Italiani Quarta categoria.
In quattro passano il girone:
Di Laurenzio e Coppola
si fermano al primo turno,
Angiolella
al secondo,
Caldarola al terzo.

  SINGOLO  MASCHILE  
FABIO ANGIOLELLA

Parte dalla 118 su 450 partecipanti.
Angiolella passa il girone come secondo. Per la posizione decisiva la sconfitta con il 105 Paracchini. 3-0 con i primi due set combattuti.
Nelle altre partite Fabio supera il 357 Mauro Bianchi, 3-2 in rimonta e il 275 Stanzione 3-0 netto.
Al primo turno supera il 63 Loris Gargantini, vittoria inattesa in quattro set in rimonta.
L’avversario del secondo turno è il 94 Fabrizio Coppola, che va avanti nel tabellone grazie alla vittoria al quinto set, in rimonta.
Partita molto combattuta com rimpianti per Fabio, che ha ottenuto più punti dell’avversario.
Infatti Angiolella ha vinto a 5 i suoi due set, mentre Coppola ha prevalso nei tre set sempre 12-10.

FRANCESCO CALDAROLA
132 su 450 partecipanti.
Secondo posto nel girone grazie alle vittorie con il 358 Cenami al quinto e il 342 Di Maggio.
Primo posto per Filippo Anelli 101 del torneo, che regola 3-0 Caldarola con 15-13 nel secondo set.
Al primo turno Caldarola ha la meglio sul 104 Cristofaro in quattro set: vittoria inattesa.
A seguire il 196 Delogu su cui si impone nettamente in tre set.
Lo stop arriva ad opera del 56 Cascella: tre set di cui il secondo 12-14.


VALERIO MARZULLI
134 su 450 partecipanti.
In partenza vittoria in affanno con il 368 Massinelli, in rimonta da 0-2 e con il Tafazzi già pronto a cambiare capolista.
Perde 3-1 con la testa di serie 69 Maietti e non passa il girone per la sconfitta inattesa al quinto con il 272 Assante, dopo essere stato in vantaggio 2-1.
Di nuovo primato nel Tafazzi sfiorato.
Non approda alla fase ad eliminazione, come avrebbe dovuto.

PIETRO COPPOLA
147 su 450 partecipanti.
Due vittorie per Coppola ma primo posto nel girone per la differenza set favorevole.
Inizia con il 335 Massignani e si impone 3-1 in rimonta.
Nella seconda partita cede al 72 Lentini: 3-1 molto combattuto nel punteggio.
Ancora un 3-1, a favore, nell’ultimo impegno con il 310 Fumagalli.
Il percorso ad eliminazione diretta trova subito un ostacolo impegnativo, che Coppola non riesce a superare.
Si tratta del 42 Alessandro Gala, he però ha dovuto faticare moltissimo per avere la meglio.
Infatti Gala avanti 2-0, ha dovuto subiresubisce la rimonta di Coppola, che riesce così a conquistarsi la chance di giocarsi il passaggio al quinto set, che però favorisce il giocatore pugliese che chiude 11-8.

MARCO NOBILE
137 su 450 partecipanti.
Tre sconfitte per Marco Nobile, che invece era accreditato di un passaggio del girone come secondo.
1-3 con il 422 Bravi, che significa certamente primato nel Tafazzi.
Poi sconfitta al quinto con la testa di serie 73 Mocellin, che rimonta da 1-2 e chiusura della giornata e terza sconfitta con 1-3 combattuto ad opera del 241 Marco Galli e altra tafazzata.


GIUSEPPE FATELLO
211 su 450 partecipanti.
Per Fatello tre sconfitte di cui due inattese e niente passaggio del girone, come pure era pronosticabile.
Si inizia con l’1-3 con il 378 Conte sconfitta inattesa in odor di Tafazzi, poi il 15 Citera 0-3.
Infine 2-3 con il 329 Romano, quando Fatello era avanti 2-1. Negli ultimi due set pesante crollo nel punteggio, con appena 3 punti complessivi. Non abbiamo visto il match: ipotizziamo un calo fisico.

ANTONIO DI LAURENZIO
248 su 450 partecipanti.
Bella qualificazione al girone, finisce secondo solo per il quozione set sfavorevole.
In apertura sconfitta attesa netta con il 51 Ricupero, con il primo set ceduto 13-15.
Poi due successi al quinto: con il 394 Leopardi e inattesa con il 169 Vaglietti.
Al primo turno se la vede con il 115 Noto, che è favorito e supera il turno 3-1 in rimonta.

ANDREA MARCOLIN
343 su 450 partecipanti.
Tre sconfitte prevedibili per Marcolini, che non riesce a invertire il pronostico.
Cede 1-3 con il 180 De Chiara e con il 269 Artoni.
Netta 0-3 la sconfitta con il 38 Coletta.


LUCA FALSINI
379 su 450 partecipanti.
Tre sconfitte attese per Falsini, con giocatori di classifica più alta: Critofaro, Paris, Rinaldi, a cui prende l’unico set della giornata.
Non riesce a invertire il pronostico, che lo vedeva fuori al girone.

FABRIZIO PLACIDI
434 su 450 partecipanti.
Anche per Placidi tre sconfitte nette e pronosticabili, con Seidenari, Endrizzi e Cuzzocrea.
Nel complesso 9 set persi, di cui uno 10-12, tre 9-11 e uno 8-11.

  DOPPIO MASCHILE  
ANDREA MARCOLINI / IVANO INCELLI
107 coppie per il doppio maschile quarta.
Passano il primo turno con Marra/Miranda: 11-9 al quinto.
Al secondo turno stop in tre set ad opera di Piaccione /Messa, coppia finalista del torneo.

FABIO ANGIOLELLA / MARCO NOBILE
Stop al primo turno con Cristofaro/De Lucia.
Cedono a 8 i primi due set, si aggiudicano il terzo e il quarto e di nuovo a 8 si ferma lo score nel quinto set.

  DOPPIO MISTO 
ANDREA MARCOLINI / ANNA MARIA FORMISANO

60 coppie per il doppio misto quarta.
Per Marcolini/Formisano stop al primo turno con rimpianti: in vantaggio 2-1 subiscono il ritorno di Crespi/Podda, che si aggiudicano il quarto 11-5 e il set decisivo 11-9.

Complessivamente nel singolo quarta i giocatori Castello hanno disputato 37 partite, con 12 vittorie.
Caldarola è il giocatore che è andato più avanti nel tabellone, raggiungendo il terzo turno ed è anche quello che è migliorato di più rispetto alla posizione di partenza.
Delle 12 vittorie, 3 sono state contro pronostico, con giocatori di classfica più alta. Angiolella, Caldarola e Di Laurenzio gli autori.
9 le vittorie attese.
Delle 25 sconfitte, 5 sono state contro pronostico con giocatori di classifica inferiore.
Una per Marzulli e due ciascuna per Nobile e Fatello, protagonisti del Tafazzi Day.
20 sono state le sconfitte attese.

 


Tweet

Condividi: