C2 Girone B. CRAL Comune di Roma-Castello Oro

STAGIONE 2009 /2010
REGIONE LAZIO
SERIE C2 – QUINTA GIORNATA DI ANDATA
GIRONE B
CRAL COMUNE DI ROMA – CASTELLO ORO 

Via Frangipane è una piccola strada, parallela a Via Cavour.
Si può uscire alla stazione Cavour della Metro A e incamminarsi in discesa verso Via dei Fori Imperiali. La troveremo a sinistra sul lato verso il Colosseo, all’altezza del Rione Monti.
Percorriamo i pochi metri di sanpietrino e abbiamo l’impressione di essere giunti in un luogo senza tempo. Vicinissimi al centro, eppure così lontani. Una location ideale per un film in costume.

E’ il 14 novembre e alle ore 16.00, al numero 40, è in programma la quinta giornata della C2, girone B.
Non sarà facile oggi per la Castello Oro ottenere i primi punti in campionato, perchè il CRAL, che gioca in casa, è una formazione veramente ben attrezzata, come confermano anche i numeri: 16 incontri vinti contro 2 persi (Riccardo Regis e Domenico Corini su Crispino Mattioli) e 3 tre giocatori che viaggiano al 100% (Lorenzini, Emmanuele, Haidzis) .
Ma tutti i set iniziano 0-0 e siamo qui per questo.

Con riferimento alle classifiche del 1 novembre 2009 il CRAL schiera:
Crispino Mattioli numero 48 del Lazio
con 3.490 punti, 60% in campionato e 64% in questa stagione.
Mauro Lorenzini numero 60 del Lazio
con 3.042 punti, 100% in campionato e 85% in questa stagione.
Giacomo Emmanuele numero 79 del Lazio
con 2.647 punti, 100% in campionato e 57% in questa stagione.
Aliaksei Haidzis nuovo ingresso, 100% in campionato

Castello Oro presenta:
Angelo Caldarini numero 139 del Lazio
con 1.951 punti, 37% in campionato e 50% in questa stagione.
Valerio Marzulli numero 172 del Lazio
con 1.630 punti, 28% in campionato e 50% in questa stagione.
Alessandro Pizzi numero 186 del Lazio
con 1.508 punti, 0% in campionato e 58% in questa stagione.
Claudia Carassia numero 7 del Lazio nelle classifiche femminili
con 2.750 punti, 25% in campionato e 77% in questa stagione.

Il primo incontro vede Aliaksei Haidzis contro Angelo Caldarini, che si aggiudica il primo set 11-9 per poi subire il ritorno dell’avversario (3-11) nel secondo.
Haidzis è un giocatore juniores proveniente dalla Bielorussia ed è ancora a zero punti nelle classifiche regionali solo perchè è stato iscritto da poco tempo. Pratica un gioco di difesa attiva, che con l’allenamento sta cercando di modificare in una direzione più offensiva.
Nel quarto e quinto set Angelo mette in pratica i consigli ricevuti in settimana dal proprio tecnico e contro il quotato avversario si impone 11-3 e 15-13.
Castello conduce 1-0.

Giacomo Emmanuele contro Alessandro Pizzi rappresenta il classico scontro tra il gioco sornione ispirato dall’esperienza e quello spavaldo dettato dallo slancio giovanile
L’incontro arriva al quinto set con una sequenza altalenante di risultati.
Nei primio tre set ci sembra di rivivere la partita della scorsa settimana dello stesso Pizzi contro Corini: primo set a Pizzi, che gioca molto bene e sorprende l’avversario 11-9. Ritorno del giocatore del CRAL che vince i successivi due set per 11-8 e 11-2.
Il quarto set va di nuovo a Pizzi per 11-9.
Nel quinto set l’emozione può fare brutti scherzi a chiunque e un successo di Pizzi porterebbe Castello su un inaspettato 2-0 e offrirebbe sviluppi imprevedibili alla partita odierna.
Inizio del set punto a punto, con Pizzi che conduce 4-3. Poi una serie di 5 punti consecutivi di Emmanuele che si porta a 8-4 per chiudere 11-5.
Il CRAL si riprende la parità: 1-1.

E’ il momento di Claudia Carassia che trova in Mauro Lorenzini un avversario veramente ostico,  per il gioco dettato dalla puntinata lunga sul nero e per la qualità del giocatore, che è stato un buon terza categoria alla fine degli anni ’90 ed ha ripreso a giocare dopo una lunga sosta. Claudia cede 11-5, 11-7, 11-5 senza trovare le giuste contromisure di gioco; mostrando qualche buono scambio ma senza la necessaria continuità.
Però, ripetiamo, non è facile contro un avversario che fino ad oggi in campionato ha perso solo 2 set a fronte dei 18 vinti.
Il CRAL è 2-1.

Ritorna in campo Angelo Caldarini che in questo incontro è opposto a Giacomo Emmauele.
Angelo si impone 3-0 con il primo e terzo set sofferti nel punteggio (e ci mancherebbe con un avversario molto più alto in classifica) ma dando sempre la sensazione di condurre con sicurezza. 12-10, 11-4 e 11-9 l’andamento dei set.
Caldarini è un vero pilastro della Castello, che ora si trova su un 2-2 veramente inatteso in sede di pronostico.

L’incontro seguente indirizzerà la sfida odierna.
Lo giocano Valerio Marzulli e Haidzis Aliaksei (Alessio, come lo incitano i suoi).
Nei primi due set il bielorusso si impone nettamente 11-3, 11-8, con Valerio che subisce il gioco avversario e in fase offensiva commette troppi errori, soprattutto perchè spesso prepara bene l’attacco ma non conclude con la necessaria precisione e prontezza.
Sugli attacchi di Haidzis, Valerio è invece spesso indeciso tra block e controtop. Finisce per non fare nessuna delle due cose, e rendere vincente l’attacco avversario.
Nel terzo set a Marzulli forse ritornano in mente i consigli che in settimana il proprio allenatore Petre Monteanu gli ha dispensato e così cambia atteggiamento sul campo.
Mette in mostra un bel gioco d’attacco e si porta avanti 8-3 e poi 8-4.
A questo punto un quanto meno eccentrico Time Out chiamato dalla panchina interrompe il momento positivo del giocatore della Castello.
E’ vero che Valerio sull’ultimo punto dell’avversario (da 8-3 a 8-4) sbatte tre volte il palmo della mano sulla racchetta, ma ci è sembrato un gesto non grave, non offensivo e dettato solo dal contesto agonistico.
Più preoccupato è sembrato piuttosto il genitore, pensando ai 120,00 Euro per rimpiazzare eventualmente l’attrezzo rotto.
Il time out non sembra sortire effetti positivi nel punteggio. Infatti Marzulli si trova sotto 9-10 con un parziale di 6-1 per l’avversario.
Nonostante questo ha la possibilità di aggiudicarsi il set, quando sull’11-10 tira un potente top di dritto che esce veramente di poco e quasi certamente sarebbe risultato vincente.
Haidzis chiude il set 13-11. Siamo 3-2 per il CRAL la Castello può solo sperare nel pareggio.
Naturalmente i dubbi sull’opportunità di chiamare il time out sull’8-4 sono solo degli spettatori. Ogni tecnico ha il suo approccio e il suo stile, che vanno rispettati.

Sul 3-2 per il CRAL, sinceramente Mauro Lorenzini non sembra l’avversario più adatto affinchè Alessandro Pizzi possa compiere l’impresa e consegnare alla Castello il pareggio e il primo punto in campionato.
Giocatore troppo ostico ed esperto.
Alessandro cede 11-5, 11-4, 11-3 e anche l’andamento del punteggio nei set indica un match in calo per il giovane della Castello, che però stavolta ha giocato fino all’ultimo e non si è lasciato andare a ingiustificati gesti di sconforto.
Il CRAL si aggiudica la gara per 4-2.

Anche questo incontro, come quello della settimana precedente ad Albano, è stato nobilitato dalla presenza di un arbitro federale. Da apprezzare in questo senso lo sforzo della Federazione e del Comitato Regionale (“Bravi comunque” non sapendo da chi dipende questa decisione).
Per quanto riguarda il campo di gara l’illuminazione era a norma con circa 350 lux, così come il materiale tecnico: tavolo, transenne e palline.
Per il resto, il contesto in cui si è giocato ha lasciato impressioni piuttosto negative e non solo al sottoscritto.
Sappiamo che il Tennistavolo è uno sport povero, con poche risorse a disposizione e con ancora meno in questo momento storico. Ma la C2 dovrebbe rappresentare il campionato più elevato a livello regionale e la società ospitante è una realtà importante visto che schiera una squadra in A2 maschile.

Alla prossima.

Cliccando sui collegamenti che seguono è possibile visualizzare le riprese video effettuate durante l’incontro e inserite su You Tube.
HAIDZIS – CALDARINI —>; 1° set (9-11)
HAIDZIS – CALDARINI —>; 2° set (11-5)
HAIDZIS – CALDARINI —>; 3° set (3-11)
HAIDZIS – CALDARINI —>; 4° set (13-15)

EMMANUELE – PIZZI —>; 1° set (9-11)
EMMANUELE – PIZZI —>; 2° set (11-8)
EMMANUELE – PIZZI —>; 3° set (11-2)
EMMANUELE – PIZZI —>; 4° set (9-11)
EMMANUELE – PIZZI —>; 5° set (11-5)

LORENZINI – CARASSIA —>; 1° set (11-5)
LORENZINI – CARASSIA —>; 2° set (11-7)
LORENZINI – CARASSIA —>; 3° set (11-5)

EMMANUELE – CALDARINI —>; 1° set (10-12)
EMMANUELE – CALDARINI —>; 2° set (4-11)
EMMANUELE – CALDARINI —>; 3° set (9-11)


HAIDZIS – MARZULLI —>; 1° set (11-3)
HAIDZIS – MARZULLI —>; 2° set (11-8)
HAIDZIS – MARZULLI —>; 3° set (13-11) 

LORENZINI – PIZZI —>; 1° set (11-5)
LORENZINI – PIZZI —>; 2° set (11-4)
LORENZINI – PIZZI —>; 3° set (11-3)

Condividi: