C2 Girone B. Castello Oro – Albano

STAGIONE 2009 /2010
REGIONE LAZIO
SERIE C2 – QUARTA GIORNATA DI RITORNO
GIRONE B
CASTELLO ORO – ALBANO

Vicino al Palafonte, dove la Castello Oro disputa la quarta di ritorno contro Albano, si trova la pasticceria Andreotti, nella succursale del locale di via Ostiense.
La foto di scena dal  film “La finestra di fronte” ritrae alcune  magie realizzate da questa storica pasticceria romana.
Lo sguardo intenso di Massimo Girotti ci rimanda alla sua ultima interpretazione, poco tempo prima della scomparsa.
Per gli amanti del genere.
Sabato 27 febbraio la Castello Oro è impegnata in casa contro Albano. Si gioca nei locali del Palafonte, vista l’indisponibilità della palestra del Peano, chiusa per lavori.
All’andata finì 4-2 per Albano, che oggi schiera:
Domenico Corini numero 64 del Lazio
con 3.183 punti, 62 % in campionato (13/21: 13 vittorie su 21 incontri) e 61% nella stagione (considerando tutte le partite disputate: campionato e attività individuale regionale e nazionale).
Luigi Rossi numero 95 del Lazio
con 2.596 punti, 50% in campionato (6/12) e 38% nella stagione.
Marco Bordo ancora non presente nelle classifiche del Lazio
0% in campionato (0/3).

Castello Oro presenta:
Angelo Caldarini numero 97 del Lazio
con 2.538 punti, 50% in campionato (11/22: 11 vittorie su 22incontri) e 61% nella stagione.
Valerio Marzulli numero 160 del Lazio
con 1.882  punti, 26% in campionato (5/19) e 52% nella stagione.
Alessandro Pizzi numero 173 del Lazio
con 1.763 punti, 12% in campionato (2/16) e 56% nella stagione.

Si comincia con i due numeri uno: Angelo Caldarini e Domenico Corini. L’equilibro del primo set, con parità a 1, 2, 3, 4, 6, 7, 8, viene interrotto dai tre punti consecutivi finali di Corini, su altrettanti attacchi errati di Caldarini, due di dritto e uno di rovescio.
Il secondo set sembra ripetere l’andamento del precedente, con parità a 1, 2, 3, 4, 5, 7, 9, 10.
Sul 10-11, il set point di Corini è parente prossimo di un match point, con il giocatore di Albano che si porterebbe avanti 2-0 nei set.
Angelo annulla il set point con una convincente combinazione di dritto e rovescio che si conclude con una palla steccata da Corini, in questa circostanza leggermente arretrato rispetto al tavolo.
Con il successivo errore a rete di Corini, ora è Caldarini a giocare il set point a proprio vantaggio sul 12-11. Ancora un attacco di dritto fuori misura di Caldarini porta i due giocatori sul 12-12.
Corini serve lungo sul rovescio di Caldarini, che si sposta e mette a segno un dritto incrociato molto potente e profondo, che gli vale il secondo set point sul 13-12.
L’azione molto simile alla precedente di Caldarini questa volta esce di poco e siamo 13-13.
Un errore di Corini e un dritto vincente di Caldarini da centro tavolo sul dritto dell’avversario chiudono il set 15-13 a favore di Caldarini. 1-1 è ora la situazione dei set.
Le speranze alimentate da questo secondo set svaniscono rapidamente nei successivi due set in cui Corini si impone nettamente 11-3, 11-5, con Caldarini fuori misura e poco presente.
Più tardi verremo a sapere che in questa settimana il giovane della Castello ha cambiato telaio. Non è una pratica da consigliare nel corso della stagione, ma almeno giustifica i troppi colpi fuori misura mostrati in questa occasione.
Castello 0 – Albano 1

Albano presenta una formazione rimaneggiata: rispetto all’andata mancano Dionisi e Pianini.
Oggi per la Castello Oro c’è la possibilità concreta di ottenere almeno un pareggio. Occorre però prendere almeno un punto a Corini o a Rossi. La prima possibilità è sfumata nell’incontro precedente. Spetta ora a Valerio Marzulli tentare con Luigi Rossi. Marzulli cede a 8 un primo set che lo vede sempre inseguire di 2/3 punti, tranne che nel passaggio che da 4-7 lo porta 7-7. A questo punto Rossi allunga di nuovo fino a chiudere 11-8.
Nel secondo set si procede in parallelo fino al 4-4, quando Marzulli mette a segno una serie di quattro punti con due rovesci potenti, un taglione che l’avversario manda a rete e una palla steccata. 8-4 e break decisivo: dopo il Circoletto Rosso O sul punto del 10-5,
Marzulli si aggiudica il set 11-5.
Terzo set in salita per Marzulli, che inizia con un errore al servizio e si trascina l’handicap iniziale di 2 punti (o-2) sul 2-4, 4-6 e 5-7.
Dal recupero di Valerio sul 7-7, si procede con parità a 8, 9, 10 e 11, con un nuovo errore al servizio di Marzulli sull’8-9. I giocatori non approfittano di un set point pesante per ciascuno: il primo per Rossi e il secondo per Marzulli sull’11-10.
Sull’11-11, una terza palla con un  dritto anomalo lungolinea di Marzulli e una successiva risposta con un rovescio carico e profondo, assegnano questo importante terzo set a Marzulli, che ora si trova a condurre 2-1.
Nel quarto set annotiamo per Marzulli il Circoletto Rosso O sul punto del 3-1, condiviso anche dagli applausi convinti di spettatori ed avversari. Forse è lo scambio che infonde sicurezza a Marzulli e insinua qualche dubbio a Rossi. Marzulli allunga a 7-2 e poi a 8-4, con un bell’attacco di dritto che vale il “Chow” di incitamento.
Sul 9-5 sembra fatta, ma i tre punti successivi di Rossi, inducono Di Folco a chiamare opportunamente Time Out sul 9-8.
Sul 10-8 Marzulli spreca malamente una sitazione di vantaggio, ma conclude 11-9 nello scambio successivo, con un attacco ben portato e non controllato dall’avversario.
Castello 1 – Albano 1

Alessandro Pizzi ha la possibilità di portare in vantaggio al Castello. Infatti Marco Bordo non ha ancora punti in classifica.
I primi due set scorrono via facilmente per Pizzi, 11-6 e 11-5. Bordo ha dei buoni momenti di gioco, ma difetta ancora nella continuità e sappiamo che in questo sport uno scambio spettacolare e un banale errore nel palleggio valgono comunque, egualmente, un punto.
Nel terzo set Pizzi prende qualche rischio di troppo, lasciando all’avversario la parità a 3, 6 e 9.
Pizzi evita di prendere l’iniziativa aspettando che
l’avversario commetta l’errore. Si arriva sul 10-10 e 12-12 prima che Pizzi chiuda 14-12. Il set combattuto è un meritato riconoscimento per il giocatore di Albano.
Castello 2 – Albano 1

Visto l’incontro appena disputato, si può ipotizzare che, in seguito, una vittoria di Caldarini contro Bordo potrà portare il punto del pareggio. In questa situazione per la Castello Oro c’è la possibilità di ottenere la prima vittoria in campionato. Per questo traguardo Marzulli dovrà battere Corini oppure Pizzi dovrà superare Rossi.
Siamo alla prima chance tra Valerio Marzulli e Domenico Corini.
Un Marzulli inconsistente cede nettamente in tre set 5-11, 4-11, 6-11.
Dei 15 punti raccolti complessivamente da Marzulli, solo 3 sono frutto di attacchi vincenti o convincenti. L’avversario è di valore, ma il giovane attaccante della Castello non ha espresso quanto vediamo svolgere in allenamento.
Castello 2 – Albano 2

Come prevedibile Angelo Caldarini supera abbastanza agevolmente Marco Bordo, con parziali di 11-5, 11-6, 11-8.
Ancora qualche bel punto di Bordo, non sufficiente però a compensare i troppi errori gratuiti.
Castello 3 – Albano 2

L’esito della giornata si deciderà nell’incontro tra Alessando Pizzi e Luigi Rossi. Pizzi entra in campo con la grinta necessaria (laddove per talento naturale il braccio c’è sempre) e nel primo set si procede con parità a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 9 quando per due volte Alessandro costringe all’errore l’avversario e si aggiudica il set 11-9.
Nel secondo set, sul 6-2 per Pizzi, assistiamo alla svolta della partita e dell’intero incontro. Rossi mette a segno un parziale di 8-1 e si porta avanti 10-7. Recupero di Pizzi fino al 9-10 e chiusura per Rossi 11-9 che pareggia il conto dei set. Questo black out di Pizzi risulterà alla fine decisivo.
Nel terzo set conduce il punteggio Rossi, con Pizzi che insegue 3-6 e 6-8. Dopo il pareggio 8-8, nuovo allungo di Rossi 8-10 e conclusione per il giocatore di Albano per 11-9.
Sembrerebbe finita, ma nel quarto set, dopo aver subito il primo scambio, Pizzi mette a segno una serie di 7 punti. Subisce il parziale recupero di Rossi e con la chiusura 11-6 si conquista il diritto di disputare il quinto set, che inizia con due punti interessanti, da vedere.
Rossi conduce nel punteggio di fronte ad un Pizzi che sembra,
inspiegabilmente, quasi non convinto delle proprie possibilità.
Pizzi è sotto di due lunghezze sul 2-4, 3-5, 4-6 e 5-7. Qui avviene l’allungo decisivo di Rossi per il 5-9. Parziale recupero di Pizzi con chiusura finale di Rossi 11-8.
Castello 3 – Albano 3

Abbiamo attivato la possibilità di inviare commenti sul blog.
Il link “Posta un commento” si trova in fondo alla pagina.

Alla prossima.

Cliccando sui collegamenti che seguono è possibile visualizzare le riprese video effettuate durante l’incontro e inserite su You Tube


CALDARINI – CORINI —>; 1° set (8-11)
CALDARINI – CORINI —>; 2° set (15-13)
CALDARINI – CORINI —>; 3° set (3-11)
CALDARINI – CORINI —>; 4° set (5-11)

MARZULLI – ROSSI —>; 1° set (8-11)
MARZULLI – ROSSI —>; 2° set (11-5)
MARZULLI – ROSSI —>; 3° set (13-11)
MARZULLI – ROSSI —>; 4° set (11-9)

PIZZI – BORDO —>; 1° set (11-6)
PIZZI – BORDO —>; 2° set (11-5)
PIZZI – BORDO —>; 3° set (14-12)


MARZULLI – CORINI —>; 1° set (5-11)
MARZULLI – CORINI —>; 2° set (4-11)
MARZULLI – CORINI —>; 3° set (6-11)

CALDARINI – BORDO —>; 1° set (11-5)
CALDARINI – BORDO —>; 2° set (11-6)
CALDARINI – BORDO —>; 3° set (11-8)

PIZZI – ROSSI —>; 1° set (11-9)
PIZZI – ROSSI —>; 2° set (9-11)
PIZZI – ROSSI —>; 3° set (9-11)
PIZZI – ROSSI —>; 4° set (11-6)
PIZZI – ROSSI —>; 5° set (8-11)

Condividi: