B2 Girone F. Castello Rosso – Norbello

STAGIONE 2009 /2010
CAMPIONATI NAZIONALI A SQUADRE
SERIE B2 – OTTAVA GIORNATA DI ANDATA
GIRONE F
CASTELLO ROSSO – TENNISTAVOLO NORBELLO

Il turno di riposo della Castello Oro in C2 ci permette di ossigenarci in alta quota.
Sabato 12 dicembre l’istituto Peano ospita le tre B2 della Castello.
La gara che ci sembra più interessante è lo scontro al vertice nel girone F tra la Castello Rosso e il Tennistavolo Norbello.
Le due formazioni sono in testa alla classifica con 12 punti dopo sette giornate. Sei vittorie e una sconfitta per entrambe. La Castello Rosso ha perso il derby con la Castello Blu nella prima giornata, mentre la sconfitta del Norbello (in quell’occasione priva di Oyebode) è arrivata alla sesta giornata contro la Muraverese.
La gara di oggi potrebbe risultare decisiva per la promozione finale in B1: a fine stagione solo una squadra del girone accederà alla serie superiore.

Le classifiche nazionali del 1 dicembre 2009 ci dicono che la Castello Rosso schiera:
Daniele Bianchi numero 157 con 4.742 punti,
75% in campionato e 69% in questa stagione.
Augusto Ferranti numero 172 con 4.690 punti,
43% in campionato e 75% in questa stagione.
Salvatore Chessa numero 363 con 3.949 punti,
40% in campionato e 43% in questa stagione.
Luigi Montemurro numero 229 con 4.438 punti,
75% in campionato e 56% in questa stagione.

Il Tennistavolo Norbello presenta:
Michael Olufemi Oyebode straniero con 5.870 punti,
100% in campionato e 100% in questa stagione.
Vilbene Mocci numero 151 con 4.746 punti,
81% in campionato e 77% in questa stagione.
Walter Barroi numero 688 con 3.199 punti,
36% in campionato e 38% in questa stagione.

La direzione della gara è affidata all’esperto arbitro internazionale Roberto Rossi.

Si inizia con Augusto Ferranti e Michael Olufemi Oyebode.
Lo straniero del Norbello, di origine nigeriana, gioca in Italia dal 2000 e con i suoi 5.870 punti vale potenzialmente la 40° posizione in classifica.
In questo campionato gira al 100%; ha vinto tutti i 12 incontri disputati e ha ceduto solo un set nella terza giornata contro Daniele Di Leva.
Nei 36 set vinti, solo in 4 occasioni l’avversario è riuscito ad avvicinarsi a 9 punti nel set, mentre nessuno è riuscito ad arrivare ai vantaggi.
Oyebode sembra un giocatore di categoria superiore: ha infatti militato per due stagioni in A1, con il 35% e il 61% di vittorie; per due stagioni in A2 con il 90% e il 100% di vittorie.
L’anno passato ha disputato il campionato di B1 con il CUS Cagliari con oltre il 95% di vittorie. Veramente un brutto cliente per la Castello Rosso.
Con un giocatore che si presenta con queste credenziali, si può ipotizzare che la gara parta dal 3-0 per Norbello e quindi oggi non sarà facile per la Castello Oro conquistare i due punti. Ricordiamo che nella formula Swatling non esiste il pareggio.
L’incontro con Ferranti conferma la superiorità del giocatore del Norbello, che dimostra una grande facilità nel portare i colpi e un repertorio veramente completo. Inoltre sembra essere in grado di controllare il proprio impegno e di accelerare con successo quando le fasi del set lo richiedono.
Ferranti, dal canto suo è un giocatore d’attacco ricco di soluzioni offensive e spettacolari e si trova in una buona condizione di forma avendo vinto l’ultimo terza regionale di pochi giorni fa, superando in finale De Nigris.
Il punteggio lo vede cedere nettamente in tre set  (6-11, 5-11, 3-11) ricchi di scambi spettacolari.
In particolare l’11° e il 16° punto del primo set e il 1° punto del secondo e terzo set.
Verso la fine del terzo set per l’intromissione di una pallina nell’area di gioco, l’arbitro chiama lo “Stop” proprio sulla fase finale di uno scambio che sarebbe stato a favore di Ferranti, il quale commenta con un tono tra lo scherzoso e il rassegnato:”Già ne faccio tanto pochi…”.
Castello 0 – Norbello 1

Salvatore Chessa cerca di evitare che la gara prenda una brutta piega per la Castello Rosso. Vilbene (è il nome) Mocci è il suo avversario, che in virtù di una classifica migliore parte con i favori del pronostico.
Partita da non perdere, ricca di scambi appassionanti. Nel primo set sono da vedere il 1°, il 9° il il 15° punto, mentre il 10° (5-5) e il 19° (la chiusura per 11-8 per Chessa) sono da circoletto rosso O.
Il secondo set segna uno dei momenti decisivi della gara odierna, insieme al terzo set tra Bianchi e Mocci, che vedremo in seguito.
Nel finale di set, in vantaggio per 9-7, Chessa prende uno spigolo su un servizio lungo e veloce che sorprende Mocci e si porta sul 10-7, con l’opportunità di guadagnare un set molto pesante, che lo porterebbe sul 2-0.
Grazie ad un bello scambio Mocci si riporta sotto 10-9. Chessa ha ancora un set point che spreca malamente mandando a rete un’apertura di rovescio.
Poi Mocci si aggiudica questo importante set sorprendendo l’avversario con un servizio veloce che Chessa non riesce a indirizzare con il proprio rovescio.
Molto combattuto anche il terzo set, che Mocci si aggiudica 13-11. Da vedere il 3° punto e circoletto rosso sul 12° O (6-6).

Qui va segnalato un gesto di grande sportività.

Sul 10-9 per Chessa, Mocci risponde a rete. L’arbitro gira il segnapunti, che ora indica 11-9. Aggiudicato il set anch’io spengo la telecamera in attesa dell’inizio del set successivo. Con un lodevole gesto sportivo Chessa segnala che il servizio ha toccato la retina e va pertanto ripetuto. Alla ripresa, con tre punti consecutivi Mocci si aggiudica il set per 13-11.
Nel quarto set Chessa non ha la forza di sovvertire l’andamento del match, in cui ha speso anche molte energie nervose, forse a causa del secondo e terzo set conclusi ai vantaggi.
Mocci chiude 11-5.
Per la Castello ora si è messa male.
Castello 0 – Norbello 2

Scende in campo Daniele Bianchi, il numero uno della Castello per classifica e rendimento, che in questo incontro è opposto a Walter Barroi.
Daniele si aggiudica con sicurezza il match per 3-0 con i parziali di 11-8, 11-7, 11-4.
Da vedere il 12° scambio nel secondo set.
Daniele Bianchi ha un gioco all’apparenza poco spettacolare ma, visti i risultati, deve risultare veramente ostico per chi sta dall’altra parte del tavolo.
Quasi sempre riesce a indirizzare bene la risposta al servizio, angolando la traiettoria e mettendo in difficoltà l’avversario, che si trova sbilanciato e non riesce a impostare correttamente il gioco. Sulla risposta Daniele compie un movimento caratteristico, quasi in due tempi. Durante la preparazione del servizio da parte dell’avversario, mantiene una posizione raccolta, pronto a scattare. Quando la pallina è in aria, alza leggermente il busto, quasi rilassandosi, come se conoscesse in anticipo come e dove arriverà il servizio.
Durante lo scambio Daniele ha l’abilità di spostare molto l’avversario, indirizzando con precisione la pallina, grazie a un rovescio che colpisce con anticipo, quasi di controbalzo.
Le sue conclusioni vincenti sono spesso portate con il dritto, anche se nelle rare volte in cui ha tentato la conclusione di rovescio lo abbiamo visto tirare un colpo veloce e carico.
Ci sono dei direttori che dirigono l’orchestra con una gestualità molto amplificata; altri che affidano le proprie indicazioni ad impercettibili movimenti sulla punta della bacchetta. Sul tavolo Daniele esprime uno stile di gioco che lo rende unico, in una sorta di balletto sulle punte.
Abbiamo l’impressione che per esprimere al meglio il proprio gioco, in Daniele si debba stabilire una sorta di corrispondenza tra il timing mentale e timing del gesto sul tavolo, in uno sforzo di concentrazione evidentemente molto impegnativo.
Castello 1 – Norbello 2

Si inizia il secondo giro e il mancino Augusto Ferranti è opposto a Vilbene Mocci.
Il giocatore della Castello sfodera una splendida prestazione, con i primi due set da non perdere.
Sull’8-8 nel primo set Ferranti sorpende Mocci con due risposte al servizio quasi identiche, piazzate sul dritto dell’avversario (un po’ più spinta la seconda).
Sul set point 10-8 Ferranti insiste sul dritto dell’avversario, questa volta aprendo lo scambio con il rovescio.
Da non perdere il secondo set, in cui ho annotato punti interessanti sul 4-3, 5-5, 6-5 e 7-8.
Sotto per 7-8, Ferranti mette a segno 4 punti consecutivi (con spizzo sul 10-8) e chiude con lo stesso punteggio del primo set 11-8.
Nel terzo set Mocci sembra aver perso convinzione e Ferranti si aggiudica anche il terzo set per 11-4. Una bella vittoria contro un avversario di classifica superiore.
Castello 2 – Norbello 2

E’ di nuovo il turno di Daniele Bianchi contro l’altro numero uno Michael Olufemi Oyebode Abbiamo già riferito dei valori in campo, rispettati nell’andamento dei primi due set 5-11, 8-11.
Nel terzo set Bianchi si prende la soddisfazione di recuperare da 7-10 e costringere Oyebode ai vantaggi, per la prima volta in questo campionato.
Sul primo Bianchi tenta senza successo un’apertura di rovescio, mentre nel successivo scambio Oyebode chiude con un flip sul servizio di Bianchi. 10-12
Castello 2 – Norbello 3

Splendido incontro il successivo tra Salvatore Chessa e Walter Barroi, che il giocatore della Castello si aggiudica in tre set molto equilibarati  come indica l’andamento del punteggio: 17-15, 12-10 e 11-7.
Nel secondo set punti da circoletto rosso O il 16°(8-8) con spizzo e retina nello stesso scambio e O il 18° (9-9) con uno splendido rovescio lungolinea di Chessa.
Castello Rosso non molla.
Castello 3 – Norbello 3

E veniamo Daniele Bianchi contro Vilbene Moccci, in un incontro che alla fine si rivelerà decisivo.
Il primo set va a Bianchi 16-14.
Mocci raggiunge la parità aggiudicandosi il secondo set 11-8. Da vedere il 4° punto (3-1) e il 16° (9-7) con spigolo di Mocci non visto dall’arbitro e corretto dai giocatori.

Il set chiave è il terzo. Bianchi si porta avanti 9-6. Nel prolungato scambio successivo chiusura in “contropiede” di Mocci applaudita anche da Bianchi: 9-7.
Il giocatore della Castello si porta sul 10-8, con la possibilità di giocare due set point sul proprio servizio.
Il coraggio non manca al giovane del Norbello che si aggiudica i successivi tre scambi con attacchi improvvisi nel primo e nel terzo. Bianchi ora è sotto 10-11.
Mocci non concretizza e nuovo set point per Bianchi sul 12-11.
Tre errori non forzati di Bianchi assegnano il set 14-12 a Mocci, che continua curiosamente a pulirsi le suole delle scarpe con le mani. Forse un gesto automatico che lo aiuta a scaricare la tensione.

Nel quarto set Bianchi va avanti 2-0 (punto da vedere), poi qualche granello di sabbia si infiltra nel delicato meccanismo di gioco del giocatore della Castello che cede nettamente il quarto set 5-11, con un parziale di 3-11. Circoletto rosso O sul 10° punto: splendido rovescio che porta Mocci avanti 7-3. Norbello conquista il quarto punto e la potenziale vittoria odierna: infatti nell’eventuale ultimo incontro scenderebbe in campo Oyebode.
Castello 3 – Norbello 4

Augusto Ferranti ha il grande merito di tenere in vita le speranze per la Castello Rosso, e nello sport questo è molto.
Si impone nettamente nei primi due set contro Vilbene Mocci 11-5 e 12-10 con circoletto rosso O sul 1° punto del secondo set.
Visti i primi due set appare inspiegabile il 3-11 con cui Ferranti cede il terzo.
Nel quarto set il mancino attaccante della Castello ritrova la misura dei colpi e mette a segno brillanti soluzioni offensive.
Qui Mocci, in vantaggio per 10-7, commette l’errore di non chiudere il set. Ferranti infila quattro punti consecutivi, annullando i tre set point (grazie a una retina il primo) e conquistandone a sua volta uno.
Ferranti chiude poi 13-11.
Castello 4 – Norbello 4

Spetta a Salvatore Chessa tentare il miracolo sportivo contro Michael Olufemi Oyebode, ma la scarsa convinzione che si avverte nell’aria si congela dopo i primi due set, che il giocatore del Norbello si aggiudica con un doppio 11-4.
Nel terzo set assistiamo a un simpatico siparietto di Chessa che sul 7-9 chiede il time out e lo utilizza solo per 15 secondi, per bere e scambiare qualche battuta con i compagni in panchina, anch’essi sorridenti forse perché rilassati e consapevoli della situazione.
L’ilarità contagia anche il Giudice Arbitro Rossi, sorridente nell’occasione.
Oyebode si aggiudica il terzo set 11-8.
Castello 4 – Norbello 5

Riepiloghiamo le prestazioni individuali della giornata.
Per la Castello Rosso:
Daniele Bianchi —> 1 vittoria e 2 sconfitte
Augusto Ferranti —> 2 vittorie e 1 sconfitta
Salvatore Chessa —> 1 vittoria e 2 sconfitte

Per il Tennistavolo Norbello
Michael Olufemi Oyebode —> 3 vittorie
Vilbene Mocci —> 1 vittoria e 2 sconfitte
Walter Barroi  —> 1 vittoria e 2 sconfitte

In conseguenza della vittoria odierna Norbello è ora solo in testa alla classifica, con 14 punti.
Al secondo posto la Castello Blu, grazie ai 2 punti conquistati a spese nella Muraverese, raggiunge la Castello Rosso a 12 punti.
Le due squadre della Castello si incontreranno in un importante derby sabato 23 gennaio alle ore 17.00.
Un appuntamento da non mancare.

Concludo con un cordiale saluto a Simone Carrucciu, intraprendente presidente del Norbello e artefice della prima web radio interamente dedicata al tennistavolo.
Questo è il link: radiotennistavolo.it.

Alla prossima.

Cliccando sui collegamenti che seguono è possibile visualizzare le riprese video effettuate durante l’incontro e inserite su You Tube.
FERRANTI – OYEBODE—> 1° set (6-11)
FERRANTI – OYEBODE—> 2° set (5-11)
FERRANTI – OYEBODE—> 3° set (3-11)

CHESSA – MOCCI—> 1° set (11-8)
CHESSA – MOCCI—> 2° set (10-12)
CHESSA – MOCCI—> 3° set (11-13) – Prima parte
CHESSA – MOCCI—> 3° set (11-13) – Seconda parte
CHESSA – MOCCI—> 4° set (5-11)

BIANCHI – BARROI—> 1° set (11-8)
BIANCHI – BARROI—> 2° set (11-7)
BIANCHI – BARROI—> 3° set (11-4)

FERRANTI – MOCCI—> 1° set (11-8)
FERRANTI – MOCCI—> 2° set (11-8)
FERRANTI – MOCCI—> 3° set (11-4)

BIANCHI – OYEBODE—> 1° set (5-11)
BIANCHI – OYEBODE—> 2° set (8-11)
BIANCHI – OYEBODE—> 3° set (10-12)

CHESSA – BARROI—> 1° set (17-15)
CHESSA – BARROI—> 2° set (12-10)
CHESSA – BARROI—> 3° set (11-7)

BIANCHI – MOCCI—> 1° set (16-14)
BIANCHI – MOCCI—> 2° set (8-11)
BIANCHI – MOCCI—> 3° set (12-14)
BIANCHI – MOCCI—> 4° set (5-11)

FERRANTI – BARROI—> 1° set (11-5)
FERRANTI – BARROI—> 2° set (12-10)
FERRANTI – BARROI—> 3° set (3-11) 
FERRANTI – BARROI—> 4° set (13-11)

CHESSA – OYEBODE—> 1° set (4-11)
CHESSA – OYEBODE—> 2° set (4-11)
CHESSA – OYEBODE—> 3° set (8-11)

Condividi: