B1. E mancava pure Federico Baciocchi…

STAGIONE 2013/2014
SERIE B1 GIRONE C
PRIMA GIORNATA DI ANDATA
CASTELLO DI CESARE vs JUVENES REPUBBLICA SAN MARINO
5 OTTOBRE 2012
Per la prima giornata di campionato puntiamo l’obiettivo sull’incontro di B1 tra Castello Parker e Juvenes Repubblica di San Marino.
Avremo la possibilità di vedere da vicino il numero 15 d’Italia, Lorenzo Ragni, oltre a 3 giocatori nei primi 100.


Sulla base delle classifiche e dei punti, in sede di pronostico, i possibili 9 incroci tra i giocatori suggeriscono un risultato finale a favore di San Marino per 5-1 o 5-2.
Ma intanto godiamoci lo spettacolo.


Con le classifiche al 30 settembre, JUVENES SAN MARINO presenta:
LORENZO RAGNI

    
Punti: 13477

     Posizione nella classifica nazionale: 15

TOMA VALENTIN MITRANESCU
    
Punti: 10282     

     Posizione nella classifica nazionale: 79 (equivalente)        

MATTIA BERARDI
    
Punti: 10127

     Posizione nella classifica nazionale: 83

I tre della CASTELLO DI CESARE:
KRYMSKI MAREK
    
Punti: 10802

     Posizione nella classifica nazionale: 60 (equivalente)

ROSARIO TROILO
    
Punti: 9773   
     Posizione nella classifica nazionale
: 111

VALESSANDRO PIZZI
    
Punti: 8388     
     Posizione nella classifica nazionale
: 280

Sotto la direzione arbitrale di Massimiliano Mazzoni, si inizia con Troilo (111) opposto a Mitranescu (79).
L’incontro termina a favore del rumeno della Juvenes per 3-0.
Troilo soffre molto il servizio dell’avversario, che prende costantemente l’iniziativa costringendo Rosario ad inseguire.
I tre set vedono un punteggio copia-e-incolla: 3 pari e 5-3 per Mitranescu, che poi allunga 11-6, 11-8, 11-4.
Troilo ha mostrato eccellenti fraseggi tratti dal suo repertorio, ad esempio il punto del 6-10 nel primo set, una sua classica azione di dritto incrociato, ma si è trovato spesso a fronteggiare l’iniziativa avversaria, senza avere il tempo o lo spazio per rispondere con efficacia.
Mitranescu ha mostrato un rovescio rilevante per bellezza di esecuzione ed efficacia, in alcuni casi portato con potenza, in altri con rotazione, nelle varianti incrociate e lungolinea.
Le annotazioni sui punti migliori riguardano infatti alcune sue esecuzioni di rovescio, come ad esempio il 5-3 e il 10-6 nel secondo set e il 2-0 nel terzo set.
Tra i molti possibili, assegniamo il circoletto rosso O in coppia ai primi due punti del terzo set, in cui Mitranescu mette in mostra le sue qualità: tocco di palla, dritto anomalo, rovescio incrociato.
Inoltre il rumeno mette in mostra un notevole passo-giro, eseguito con grande dinamismo atletico; tanto che in un paio di esecuzioni lungolinea si è sbilanciato fino quasi a perdere l’equilibrio.
Una curiosità rara da vedere è sul punto del 10-7 nel secondo set, con Troilo che colpisce tre volte consecutive il net prima di eseguire un servizio valido.
CASTELLO DI CESARE 0 – JUVENES R.S.M. 1

Krymski (60) – Berardi (83) costituisce sulla carta uno dei due incroci favorevoli alla Castello.
Anche in questo caso, però il 3-0 sancisce una conclusione sfavorevole e molto netta.
Nel primo set Marek si porta avanti.
Un suo magnifico lungolinea di dritto fissa il 7-4, poi subisce una serie da 7 di Berardi che gli assegna il set 11-7.
Circoletto rosso O per il 7-9 e applausi per entrambi.
Identica conclusione di punteggio nel secondo set.
Krimsky avanti 5-4, pareggio a 5, poi parziale di 6-2 Berardi per l’11-7 finale.
Nel cambio campo, il capitano Bruno Esposito ricorda a Marek che in B1 non basta mettere di là la palla: quando c’è l’occasione occorre portare i colpi con decisione e qualità.
Marek sembra assimilare l’indicazione e i risultati si vedono nel terzo set ma soprattutto nel successivo incontro con Mitranescu.
Il primo punto è un efficace block lungolinea.
Sul 2-2, Berardi mette a frutto una serie di 3 punti consecutivi.
Siamo 2-5 e Castello chiama time-out, per cercare di invertire, inutilmente, l’inerzia del punteggio.
Berardi si aggiudica il terzo set 11-6 e con esso l’incontro.
Da segnalare il punto del 5-9, con Krymski costretto alla difesa da lontano dagli attacchi di Berardi.
CASTELLO DI CESARE 0 – JUVENES R.S.M. 2

Pizzi (280)- Ragni (15) è sulla carta il confronto più scontato, vista la differenza in classifica.
L’inizio sembra confermare queste previsioni, con Ragni avanti 5-1.
Ale recupera fino a 4-6, ma in questo set il suo sentiero finisce qui, per una serie di 5 punti consecutivi di Ragni che fissa l’11-4 a suo favore.

Nel secondo set Pizzi si porta 3-2 prima di un nuovo allungo di Ragni che si porta 7-3 e 9-5 per poi concludere 11-6.
In questo set da segnalare i punti del 3-2 Pizzi (tergicristallo con grande tocco di palla) e il 4-3 Ragni, che esce da una situazione difficile con un arcobaleno di dritto incrociato.
Di nuovo Pizzi per il 5-7 con una serie di dritti con Ragni costretto lontano dal tavolo.
Nel 5-9 Ragni invece sfodera un controtop anticipato incrociato.

Nel terzo set i primi quattro punti che vanno a Ragni e le braccia allargate indicano lo sconforto di Pizzi e sembrano il segnale di una resa imminente.
Ma non è ancora tempo di stringersi la mano perché Pizzi fa suo un bellissimo scambio con un controtop che Ragni non riesce a rimettere in campo.
Sull’1-5 Alessandro mette a segno un parziale di 8-2 che lo porta avanti fino ad un 9-7 ricco di prospettive.
Rimonta frutto di due componenti: Pizzi che sbaglia meno e Ragni, forse troppo sicuro da quanto ottenuto, mostra meno concentrazione spingendosi alla ricerca di soluzioni non agevoli.
Proprio il punto del sorpasso Pizzi 8-7 vale il circoletto rosso O.
Uno spizzo sfavorevole fa riavvicinare Ragni e sul 9-8 e Captain Esposito chiama il time-out. Infatti se Ale non si aggiudica questo set, non servirà tenere il time-out in dispensa.
Tre punti consecutivi Ragni per l’11-9.

Questo incontro indica che nella Pars Construens Pizzi ha soluzioni vincenti che possono tenere testa al 15 d’Italia, ma abbiamo assistito a troppi passaggi a vuoto, risposte errate, allontanamenti dal tavolo, tentativi da posizioni difficili con la ricerca della sola potenza.
I primi punti del terzo set esemplificano quanto detto: splendido punto di Pizzi per l’1-4, ma prima di questo due risposte errate (una a rete e una fuori) e un attacco di dritto fuori misura.
Un po’ più di concentrazione nelle fasi di gioco interlocutorie, qualche regalo in meno e Ale potrà prendersi (e regalare) grandi soddisfazioni.
CASTELLO DI CESARE 0 – JUVENES R.S.M. 3

Un giocatore di passaggio (coperto da rigoroso anonimato), commenta: “Ma oggi lo vinciamo un set?”
Certo che lo vinciamo, perché è il turno di Krymski (60) – Mitranescu (79), una delle due occasioni sulla carta favorevoli alla Castello.
Marek tiene a mente le indicazioni della panchina ricevute nel time-out del precedente incontro e sembra più deciso nei passaggi in cui prende l’iniziativa.
Nel primo set Krymski avanti 4-2, ma è da segnalare il successivo 4-3, per la splendida combinazione diritto, rovescio, dritto passo-giro, soluzioni che caratterizzano il gioco del rumeno.
5-4 Marek, serie di 3 per Mitranescu per il 5-7.
Marek allunga di nuovo e si guadagna 3 set point sul 10-7, annullato.
Si chiude al successivo 11-8.
Ecco il primo set regalato al passante di poca fede…

Nel secondo set Castello avanti 6-1 e successivo pareggio a 6.
Poi Marek allunga di nuovo e si aggiudica il set alla prima occasione utile, per l’11-8 finale.
Possiamo riaprire uno spiraglio: con la vittoria di Marek il punteggio sarebbe 3-1 Juvenes.

Ma il punto non è ancora a referto: nel terzo set 5-1 Marek.
Recupera Mitranescu sul 6-6.
Uno spizzo aiuta Marek che si guadagna due match point sul 10-8.
Non sfrutta il primo e la panchina chiama astutamente il time-out.
Alla ripresa del gioco, gli incitamenti che nel video ascolterete in Surround sono di Bianchi.
Pari 10 e due conclusioni di Mitranescu non all’altezza del suo rovescio, assegnano set e incontro a Krymski.
CASTELLO DI CESARE 1 – JUVENES R.S.M. 3

Se avete solo tempo per rivedere un unico incontro, quello tra Troilo (111) e Ragni (15) è quello giusto.
Nel primo set Ragni 2-0 al termine di una prolungata iniziativa che allontana Troilo dal tavolo.
Un gustoso anticipo del programma è dato dal 3-3 Troilo.
Parità a 4, 6 e 8, con Ragni che va avanti senza riuscire ad allungare.
Il circoletto rosso O con applausi va a Troilo per il 9-9.
Il set però va a Ragni, con un po’ di sfortuna per Rosario, con una retina di Ragni e uno strano liscio di Troilo sul dritto dell’ultima palla, forse per un rimbalzo anomalo sul tavolo.
Rosario ha un gesto di rammarico, perché sa che portare a casa questo set sarebbe stato molto importante.

Nel secondo set slalom parallelo con parità a 2, 3, 4, 5, 6, 8.
Da segnalare i punti di Troilo per l’1-2 (circoletto rosso O) e il 2-2.
Ma il set è veramente spettacolare, come confermano anche i due punti per il 5-6 e 6-6.
Rosario si porta avanti 8-6 nello scollinamento del set, ma Ragni mette a segno una serie di 5 punti consecutivi che lo portano 2-0 nell’incontro.
Circoletto rosso O per il 10-8 Ragni, un rovescio vincente lungolinea a tutto braccio pubblicamente apprezzato anche da Trolio.

L’incontro si riapre nel terzo set, che Troilo vince 11-9.
Ragni avanti 5-3 e 7-5. Rosario opera il sorpasso con una serie di 5 punti consecutivi per il 9-7 che diventa set point con un dritto lungolinea prepotente sul 10-8.
Ragni annulla il primo set point, ma il punto successivo ci conduce al quarto set.

Troilo parte male, si trova sotto 0-4 e non riuscirà più a colmare questo distacco, che si mantiene sul 2-6, 3-7, per poi ampliarsi fino al 3-10.
Conclusione per Ragni 11-4.
“Tu, tu sei bravo!” sembra indicare l’indice di Troilo indirizzato verso Ragni, che ha appena realizzato il magnifico punto del 7-2.
Una Suerte più favorevole a Troilo nel primo set ci avrebbe forse condotto al quinto set, ma la vittoria di Ragni è meritata, al termine di un incontro punteggiato da scambi molto spettacolari.
CASTELLO DI CESARE 1 – JUVENES R.S.M. 4

Pizzi (280) – Berardi (83).
Alessandro si aggiudica 11-6 un primo set che lo vede sempre avanti.
Risponde 11-5 Berardi nel successivo, ma in questo set il punto da rivedere è il 3-3 Pizzi.

Terzo set combattuto. 4 pari, 6-4 Berardi, 8-7 Pizzi e parità a 8.
Time out Juvenes ed evidentemente ottimi consigli dalla panchina, perché i tre punti consecutivi di Berardi gli assegnano il set.
Non siamo soliti sottolineare questi episodi, ma in questo caso le due retine e lo spizzo sul’8-9 sono risultati indubbiamente decisivi.

Ale deve vincere il quarto set per rimanere in partita.
Parte 1-3, ma recupera e parità a 4, 5 e 6.
Allunga Berardi 8-6 al termine di uno scambio intenso.
Esposito cerca di infilare sabbia negli ingranaggi dell’avversario e chiama il time-out.
Alla ripresa non si interrompe la fase positiva di Berardi che conclude la sua serie di 5 che lo porta dal 6-6 all’11-6 e al ripiegamento di tavolo e transenne.
CASTELLO DI CESARE 1 – JUVENES R.S.M. 5

Di seguito le riprese video effettuate durante l’incontro e inserite su You Tube.

TROILO – MITRANESCU 0-3 (6-11/8-11/4-11)

KRYMSKI – BERARDI 0-3 (7-11/7-11/6-11)

 

PIZZI – RAGNI 0-3 (4-11/6-11/9-11)

 
 

KRYMSKI – MITRANESCU 3-0 (11-8/11-8/12-10)

TROILO – RAGNI 1-3 (9-11/8-11/11-9/4-11)

PIZZI – BERARDI 1-3 (11-6/5-11/8-11/6-11)

Per i commenti, il link “Posta un commento” si trova in fondo alla pagina.

Condividi su Facebook

Tweet

Condividi: