Atget e l’undicesima giornata

Un fotografo molto lontano nel tempo, ma di grande modernità, ci accompagna nel resoconto della giornata di campionato. Si tratta di Eugène Atget, nato nel 1857 vicino Bordeaux.
Noto come “il fotografo di Parigi”, con oltre 10.000  riprese lungo l’intero arco della sua carriera, aveva registrato nei minimi dettagli gli aspetti più quotidiani di una metropoli che stava mutando.
Eugène Atget è in realtà ben altro che il documentatore d’insoliti e pittoreschi angoli della sua città; egli è il primo fotografo a dare alla sua professione una nuova dignità, acquisita solo con i mezzi del suo specifico tecnico. E’ il primo fotografo nell’accezione moderna del termine, oltre che un reporter sociale ante litteram.

Il suo tentativo è quello di ricostruire il passato: l’atmosfera di questa città, quand’era ancora priva d’elettricità, d’acqua corrente, e dei segni dell’industrializzazione. Nelle sue foto non vi è traccia di queste cose, come sono ignorate le due maggiori esposizioni internazionali tenutesi nel 1889 e nel 1900. Le vedute celebrative e le manifestazioni grandiose sono state del tutto trascurate a favore di aspetti più dimessi e realistici della vita quotidiana: parchi, alberi, negozi, oggetti umili, particolari di facciate erose dal tempo, angoli di caratteristiche viuzze e, più di rado, uomini, mestieri di un passato che andava sparendo.

 
E’ nelle prospettive o angoli della città, sempre la stessa, ordinaria e vuota che Atget ritrae la condition humaine dei suoi modesti abitanti.

Jean Eugène Atget muore a Parigi il 4 agosto 1927, senza eredi. André Calmettes, suo amico intimo, si occupa del suo immenso patrimonio. Duemila negativi finiscono negli archivi della Commission des Monuments Historiques de Paris, mentre tutto il resto viene acquistato dalla fotografa americana Berenice Abbott e successivamente venduto al Museo d’Arte Moderna di New York.

——-

  B1 – GIRONE C  
Castello Di Cesare – Eureka 2-5

Le due squadre si presentano con le importanti assenze di Esposito e La Rosa e l’esito finale dell’incontro ripropone il 5-2 dell’andata.
Per Castello i due punti di Bozza e Di Silvio su Colantoni. In campo anche il presidente casalingo Di Folco, che cede a Barbarito e Morgante.

  B2 – GIRONE F  
KingPong Mitici – Isola Peter Pan 2-5
La lunga serie negativa ha evidentemente minato l’autostima e la fiducia nei nostri e così anche questo incontro, comunque difficile in partenza, si conclude senza punti in classifica.
Di Del Bravo e Ferranti su Davide Liberatori i due punti KingPong.
Per l’Isola i tre punti di Carbotta e la doppietta di Florena, opportunamente innestato in squadra da un paio di turni per modificare una situazione di classifica che si era fatta difficile per l’Isola.

  C1 – GIRONE N 
King Pong – Eureka 5-1
Il tabellino ci indica una vittoria netta per KingPong, ma le conclusioni al quinto di Bianchi su De Zuliani e di Chessa su Corradini ci raccontano di una giornata comunque molto impegnativa, considerando che Eureka era priva di quel Forletta che all’andata aveva messo a segno tre successi.
Di Corradini su Bianchi, 12-10 al quinto, il punto Eureka.

  C1 – GIRONE N 
Norbello – Castello Comitec 5-1
La trasferta sarda conferma i pronostici della vigilia, con Norbello che si impone 5-1.
Di Riccardo Sabatini su Franceschi il punto Castello, che ha visto anche due conclusioni negative al quinto set, di Sabatini e Caldarini con Concas.
  C2 – GIRONE A  
Castello Parker – CRAL 3-3

Prestazione Double-Face per Castello, che si porta avanti 3-0 con Incelli su Quemener, Marcolini su Ventriglia e Marzulli su Galanti.
Poi, fosse mai che si potesse approfittare della sconfitta dell’Aniene con Ciampino, i nostri concedono i successivi tre punti al CRAL con un periodico 1-3. Così l’incontro si conclude in pareggio, con i risultati delle ultime tre partite che emanano un forte afrore di Tafazzi.


  C2 – GIRONE B  
KingPong – Isola Cuori 5-1
Incontro da vincere per alimentare le aspettative di playoff.
In apertura Coppola cede al quinto a Solari, poi ancora una pericolosa conclusione al quinto, che questa volta premia Di Laurenzio su Bultmeier.
Si prosegue con le due vittorie di Elia Sabatini e quelle di Coppola e ancora Di Laurenzio che fissano il risultato finale.
   D1 – GIRONE B   
Isola Quadri – KingPong Technip 0-6

Vittoria convincente con il solo Edoardo Caldarola impegnato al quinto con Picchetta nella partita iniziale.
Assente Mascoli, due punti provengono da Francesco Caldarola.

  D2 – GIRONE C  
Isola Uno – KingPong 0-6

Vittoria netta per Ercolani, Vezza e Violetta, che concedono un solo set agli avversari.

  D2 – GIRONE D  
Castello Argento – Dynamo Rossa 3-3

E pareggio fu.
Coltellacci e Pacifici si impongono a D’Innocenzo e Ceresoni, mentre Cappelletti ha la meglio su Lai e Coltellacci.
Sul 2-2 la formula regala un punto in classifica ad ciascuna delle due partite conclusive.
La prima se l’aggiudica D’Innocenzo su Pacifici, che si lascia sfuggire il vantaggio di 2 set.
La seconda va a Lai che supera 3-1 Ceresoni per la divisione finale della posta.

  D3 – GIRONE D  
Isola Jolly – KingPong Atac 5-1

Isola conferma i favori del pronostico e il solo Varchi cerca di contrastare l’esito finale con la vittoria su Baiardo e la conclusione al quinto (negativa) con Amedeo, che rimonta due set.

  D3 – GIRONE E  
Isola Tre – KingPong Teen 1-5

Sicura affermazione KingPong con punti gemelli dei gemelli Cefalo, il successo di Raffaella Riondino su Boraschi. Il punto Isola grazie a Boiani, che supera Riondino al quinto set.
Sesta vittoria consecutiva e comando saldo della classifica.

Condividi: